Tagli di capelli: consigli per scegliere quello perfetto

Se si va alla ricerca dei migliori tagli di capelli è perché si ha intenzione di rinnovare il proprio look, scegliendo di presentarsi agli altri con una nuova acconciatura. Questa acconciatura deve essere scelta in base a caratteristiche diverse, ma l’obiettivo finale deve essere quello di stupire e di intrigare.

Per ottenere questo risultato è importante valutare diversi aspetti della nuova acconciatura che si deciderà di proporre. Il primo aspetto da valutare per scegliere correttamente fra i differenti tagli di capelli disponibili è la propria forma del viso.

Bisogna capire quali sono i propri lineamenti ed adeguarsi di conseguenza, scegliendo una acconciatura che non solo possa adattarsi alla specifica forma del volto, ma che possa addirittura esaltarne le caratteristiche.

Un altro aspetto da valutare sono i propri gusti personali. Prima di scendere nel dettaglio delle diverse tipologie di tagli di capelli, bisogna operare una più grossolana suddivisione fra i tagli lunghi, i tagli medi ed i tagli corti. Ciascuna donna ha le proprie preferenze in merito alla lunghezza dei capelli e questo potrebbe farla propendere verso l’uno o l’altro taglio.

Non bisogna dimenticare comunque che i gusti possono cambiare, talvolta anche solo per adattarsi alle tendenze del momento. Questa possibilità deve essere tenuta in conto e deve spingere tutte ad informarsi circa i migliori tagli di capelli che vanno maggiormente di moda.

I tagli lunghi sono considerati classici e si riconfermano tra le tendenze più seguite. Sebbene la maggior parte dei tagli lunghi siano tradizionali, essi continuano ad affascinare e sedurre, ecco perché molto donne continuano ad optare per una lunga e fluente chioma.

Tra le nuove proposte troviamo però i tagli medi ed i tagli corti. Entrambi sono sempre più apprezzati dalle ragazze e dalle donne, anche perché consentono di esprimere al meglio il proprio estro creativo e la propria femminilità. E’ errato infatti pensare che con un taglio corto non si possa sedurre: molte donne hanno tagli corti, in alcuni casi addirittura i capelli rasati, ma continuano ad essere assolutamente affascinanti.

E’ indubbio che passare da una lunga chioma a dei capelli corti sia un cambiamento radicale, ma questo non deve spaventare. Talvolta è importante apportare delle modifiche, anche considerevoli come in questo caso, al proprio look. Il cambiamento è uno stimolo a crescere e cambiare il proprio look, scegliendo fra i migliori tagli di capelli, potrebbe essere l’occasione giusta per innescare questo processo di crescita personale e di valorizzazione del sé.

L’ importanza di una corretta manutenzione con i ricambi folletto migliori

Certo, non possiamo aspettarci che un elettrodomestico acquistato oggi abbia una durata di vita infinita ma, con una corretta manutenzione degli elettrodomestici, possiamo allungarlo per un po’ o almeno ritardare la necessità di ripararlo. In questo articolo ti chiariremo l’ importanza di una corretta manutenzione con i migliori ricambi folletto

Per rendersi conto dell’ importanza della manutenzione, è sufficiente esaminare i dati sulla spesa media per nucleo familiare per le riparazioni o i nuovi acquisti. Il dato raggiunge 1.400€ all’ anno e se fissiamo la nostra attenzione sugli elettrodomestici otteniamo una media di 125€ all’ anno solo nella riparazione di questi elettrodomestici

Consigli di manutenzione

Sembra pertanto chiaro che l’ uso degli elettrodomestici dovrebbe tener conto di una serie di raccomandazioni per ottenere un uso efficiente che consenta la massima durata della loro vita utile. Il primo punto su cui tutti dovremmo insistere è l’ uso razionale di questi strumenti. Circoscrivere il suo utilizzo quando è strettamente necessario, in quanto l’ usura causata dal funzionamento è il principale ostacolo alla vita di ogni apparecchio. Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’ ambiente in cui i dispositivi vengono memorizzati e immagazzinati. Condizioni di temperatura e umidità di base morbide e costanti contribuiscono a migliorarne la manutenzione (le alte temperature e le percentuali di umidità elevate sono un chiaro nemico degli apparecchi elettrici).

Oltre a prolungare la vita utile degli apparecchi, un uso corretto degli elettrodomestici comporterà anche risparmi sulla bolletta elettrica di qualsiasi abitazione, il che è certamente un fatto da non sottovalutare.

 

Asilo nido Torino: Attività di stimolazione precoce per bimbi dai 6 ai 12 mesi

l'asilo nido Torino e le attività di stimolazione precoce

Affinché i bambini possano sviluppare tutte le loro potenzialità a livello fisico, sensoriale, emotivo e cognitivo, l’asilo nido Torino rappresenta un ruolo importante nello stimolare i loro bambini fin dalla tenera età, attraverso attività che vanno dalla lettura una storia, una breve sessione di massaggi, carezze e coccole, e giochi con oggetti semplici come uno specchio o una palla, fino alle uscite per giocare nel parco, fare disegni o godersi un gioco da tavolo.

1. Un connubio interessante e stimolante

I genitori e gli operatori dell’asilo nido sono gli attori principali quando si tratta di promuovere lo sviluppo dei processi emotivi, cognitivi e psicomotori dei loro figli nei primi anni di vita. In effetti, il loro accompagnamento fin dalla nascita con parole di incoraggiamento, visualizzazioni emotive e frasi che valorizzano i loro sforzi, li incoraggia a continuare a migliorare ea mostrare loro che dietro di loro c’è qualcuno che si fida delle proprie capacità.

Questo è essenziale affinché il bambino si senta sicuro di sviluppare il suo pieno potenziale ogni giorno. Pertanto, i genitori devono assicurarsi che nella routine, dal cambio del pannolino del bambino a quando sei pronto per camminare e poi andare a scuola, tutti i momenti che condividi fanno parte di un gioco di esplorazione e auto-conoscenza nel che il bambino è facilitato a scoprire il loro ambiente e sentirsi sicuro. Questo, in futuro, sarà favorevole ai suoi processi di autonomia e crescita.

2. Dai primi giorni

Uno dei primi modi per stimolarlo è ricorrere a massaggi, che stabiliscono un contatto pelle a pelle attraverso il quale viene rafforzato il legame con i genitori; la sicurezza, la tranquillità e la fiducia in se stessi del bambino sono aumentate, mentre viene permesso di sentire e scoprire ciascuna delle aree del suo corpo, purché sia ​​parlato e toccato con amore.

Nei mesi successivi, la stimolazione sensoriale dovrebbe essere facilitata attraverso l’esplorazione di più trame, suoni e immagini, attraverso giochi con oggetti semplici, esercizi di coordinazione del corpo e attività che lo aiutano a riconoscersi come essere unico nel mondo. mondo. Questo può essere guardato allo specchio o sentire che è chiamato con il suo nome.

3. Per conoscere gli altri e se stessi

Un altro ambito che richiede grandi stimoli è il socio-affettivo, che sono le esperienze affettive e di socializzazione che permettono al bambino di sentirsi sicuro e in grado di relazionarsi con gli altri alcune regole comuni. Durante il processo di sviluppo tra 0 mesi e 10 anni, ci sono diversi momenti che sono mediati dai tipi di ambienti di comunicazione e fiducia che i genitori o gli operatori sanitari primari stabiliscono con il bambino.

Ciò consente loro di essere sempre vicini, di dare al bambino il suo sostegno in situazioni che percepisce come frustranti e stressanti, o quelle che generano paura e insicurezza. Ciò facilita la capacità del bambino di affrontare tali esperienze in modo sano, esprime le loro emozioni e cerca di trovare soluzioni ai conflitti che si presentano.

4. Per muovere il corpo

Il movimento grossolano ha a che fare con i grandi movimenti del corpo, delle sue gambe e delle sue braccia, oltre ai cambiamenti di posizione e alla capacità di mantenere l’equilibrio; vale a dire, sono le abilità che il bambino sta per muovere e controllare la propria forza, agilità e velocità, e quindi sono di vitale importanza nella crescita integrale del bambino. In questo senso, le attività di stimolazione dovrebbero, in ogni fase, assicurare che il bambino compia movimenti di tutte le parti del suo corpo.

Per fare questo, devi dedicare del tempo per andare al parco, giocare con una palla, saltare l’arco e fare giochi di equilibrio che richiedono al bambino uno sforzo fisico, così come il coordinamento tra le loro membra o arti. Allo stesso modo, è fondamentale motivare il bambino a manipolare giocattoli di diverse forme, dimensioni e trame, per portarli da una parte all’altra e trascinarli o spingerli, per raggiungere cose che si trovano a diverse altezze, tra gli altri esercizi.

5. I libri, i migliori alleati

Sin da prima della nascita, i bambini possono già avere contatti con la lettura. E che cosa migliore di questo è attraverso la voce di sua mamma o papà, che può leggere o raccontare storie con tutto il loro amore e amore.

Inoltre, anche senza sapere come leggere, i bambini possono essere in contatto con libri facili da manipolare, con molte illustrazioni e che possono sfogliare a volontà. Pertanto, affinché il bambino di oggi diventi un buon lettore domani, l’esempio dovrebbe iniziare a casa. Se i bambini e i bambini vedono i loro genitori leggere piacevolmente e come abitudine quotidiana, apprezzeranno anche i libri. In questo senso, è consigliabile riservare un orario per la sessione di lettura ogni giorno e lasciare che il bambino scelga il libro che desidera leggere.

6. Imparare con precisione

Lo sviluppo delle capacità motorie fini è un altro dei campi decisivi per il bambino. Diventa presente quando il bambino scopre le sue mani, inizia a toccare gli oggetti nel suo ambiente e manipola l’ambiente circostante con maggiore precisione. In realtà, questo è legato alla coordinazione tra gli occhi e le mani.

È fondamentale che i genitori stimolino l’acquisizione della capacità di ‘pinza’, questa è la presa di tre punti (pollice, indice e medio), che possono promuovere aiutandolo a tenere correttamente un pennarello e incoraggiarlo a continuare a delineare o disegnare figure, per allacciare e sbottonare i bottoni della camicia, per alzare la cerniera o legare i lacci. Allo stesso modo, dai 4 anni in poi, i genitori possono incitare i loro figli a ritagliare e incollare figure, sviluppare semplici mestieri e mettere insieme puzzle o figure con le carte.

7. Tempo di numeri e lettere!

L’area cognitiva è ciò che permette al bambino di comprendere e mettere in relazione concetti, risolvere problemi e adattarsi a nuove situazioni attraverso l’uso del pensiero e l’interazione diretta con gli oggetti e con il mondo che lo circonda. Affinché lo sviluppo di questa area si verifichi, il bambino ha bisogno di esperienze che elevano i loro livelli di pensiero e la loro capacità di ragionare, concentrarsi e seguire le istruzioni, ciò che accade dai primi mesi di vita e che evolve e diventa più complesso con il passare del tempo. .

Questo fino a quando, nella fase scolastica, il bambino acquisisce abilità e abilità specifiche in matematica e alfabetizzazione, che gli permettono di sviluppare processi cognitivi che strutturano il suo pensiero. Questa area può essere stimolata attraverso giochi che implicano che il bambino presti attenzione, si concentri e faccia memoria; esaminare forme, dimensioni e colori; raccontare o descrivere oggetti o porre semplici domande sulle loro attività quotidiane o su ciò che osservano attorno a loro.

8. Ballare e cantare per stimolare i sensi

La musica influisce su varie aree dello sviluppo dei bambini e li aiuta a sviluppare abilità basate sulla differenziazione tra suoni, ritmi e movimenti. Ecco perché gli esperti di stimolazione si distinguono come uno dei migliori stimolanti.

L’iniziazione musicale può iniziare nella fase di gestazione, quando la madre ascolta la musica che canta sulla sua pancia. Infatti, il primo organo di un bambino che si sviluppa è l’orecchio, così che il battito del cuore, il respiro e la voce della madre sono le prime composizioni musicali che il bambino ascolta.

9. Macchie e disegni, colorata creatività

La pittura stimola la creatività, la sensibilità e la comunicazione; Aumenta anche la capacità di concentrazione e di espressione nei bambini, diminuisce l’ansia e aiuta ad esprimere paure e aspettative. A livello fisico, il disegno aiuta a migliorare le abilità manuali, in particolare le capacità motorie, e migliora anche la percezione di spazio, trame e colori.

In questo senso, i genitori possono incoraggiare i propri figli a disegnare certe forme o animali, offrendo supporto e senza pressioni o limiti. Dovrebbero essere autorizzati a scegliere i colori che vogliono e a fare i loro modi per esplorare la loro immaginazione e creatività. Per i bambini tra i 3 e i 5 anni, una delle alternative è il libro da colorare, che è preparato per dipingere e trovare riferimenti tra fiori, animali e personaggi.

10. Sperimentare il quotidiano, un altro modo di apprendere

Praticamente tutte le attività di un bambino in formazione stimoleranno in una certa misura lo sviluppo delle loro capacità future, in modo che diversi esperti concordino che lo stimolo arriva al piccolo in modo naturale. Il ruolo dei genitori è quello di accompagnarlo su questo percorso e facilitare il processo, rendendo le attività più semplici e quotidiane diventare giochi di esplorazione.

Pertanto, un buon modo per incoraggiarlo è partecipare alle attività quotidiane come piegare i vestiti, riporre le cose nei cassetti, preparare le ricette, lavare i piatti e organizzare la tua stanza, poiché in questo processo avrai sperimentato diverse trame e forme, avrai incontrato problemi e soluzioni e hai avuto la possibilità di interagire con ruolo adulto, qualcosa che suscita una grande curiosità.

Prima che l’ansia ti travolga chiedi l’aiuto di uno psicoterapeuta

Solo uno specialista psicoterapeuta può aiutarti a Gestire L’ansia In Pochi Minuti E Prima Che Ti Travolga. L’individuo si rende conto che i pensieri, le immagini o gli impulsi sono frutto della propria mente secondo le parole della Dott.ssa Pugno Psicoterapeuta che ritroviamo sul suo sito web.

Se le ossessioni venissero ritenute reali, allora si parlerebbe di schizofrenia “disturbo schizotipico di personalità” che, a volte, è connesso col DOC. Comportamenti o azioni mentali ripetitivi che l’individuo si sente obbligato a eseguire, come rituale (che può servire a “riparare” un “danno” oppure a diminuire l’ansia causata da un pensiero), per difendersi da una certa ossessione. I comportamenti o le azioni mentali sono mirate a combattere le ossessioni; spesso questi comportamenti o queste azioni mentali sono chiaramente eccessivi. Le compulsioni possono riguardare diversi campi come la contaminazione, il perfezionismo, l’ordine, il controllo. Il paziente affetto da DOC non si lamenta dell’ansia, ma piuttosto delle ossessioni.

Rilassatevi durante la serata, mentre il vostro partner sta leggendo il giornale – non c’è bisogno di stare da solo per rilassarsi. Non scegliere un momento in cui si preferisce essere altrove. Ad esempio, non scegliere di rilassarsi all’ora di pranzo se si preferisce stare con gli amici. Non ricevo nulla in cambio”. Sfortunatamente, molte persone si aspettano troppo e troppo presto dal training di rilassamento, invece non si può pretendere di annullare anni di tensione abituale in poche sedute di rilassamento. L’impazienza è uno dei sintomi di ansia, quindi è necessario capire che questa reazione è un segno che hai veramente bisogno di continuare con il training di rilassamento. Bisogna impostare obiettivi a lungo termine, piuttosto che monitorare il miglioramento giorno per giorno. Si consideri il seguente esempio. Tre persone sono in attesa a una fermata dell’autobus. La terza persona scrolla le spalle e va avanti con la lettura del giornale. La gente ha paura di tutto. Ma veramente di tutto, credetemi. Esistono fobie di tutti i tipi e alcune sono a dir poco stravaganti. Da sempre uno dei peggiori sentimenti umani, la paura può colpire chiunque e può essere verso qualsiasi genere di cosa, da animali e numeri, fino ai clown e i membri di una boy band. Ecco qui la lista di 13 tra le più strane fobie. Acusticofobia: la paura del rumore. Non provate a fare “Bu! Alectorofobia: la paura dei polli. Alcuni animali fanno paura davvero e ve lo assicuriamo, il pollo è uno di questi. Basofobia: la paura di camminare. Li capiamo benissimo. Ma davvero benissimo. Ogni giorno in redazione si estrae a sorte chi deve andare a fare la spesa. Singenesofobia: la paura dei parenti. Se per voi è un incubo quando arriva il momento dei grandi cenoni in famiglia, rallegratevi, con questa fobia potreste avere la perfetta giustificazione per il fugone tattico.

fobieIl termine fobia ( dal greco “phobos”, ossia “paura”) è un’irrazionale e persistente timore e repulsione di certe situazioni, oggetti, attività o persone, che può limitare l’autonomia del soggetto. Quale è la differenza tra paura e fobia? La paura, negli uomini, può essere provocata da: una situazione reale e presente o la previsione ,il ricordo, la fantasia di un pericolo. In ogni situazione di paura, è comunque possibile effettuare un confronto con la realtà, e questo ci aiuta a comprendere se realmente ci troviamo di fronte al pericolo, o se stiamo esagerando con le nostre emozioni. Molto spesso poi, se ragioniamo sull’oggetto della nostra paura o se non si presenta più la situazione che ci ha fatto timore, il sintomo tenderà a scomparire. L’inibizione acquista carattere sintomatico nel momento in cui la funzione e l’oggetto fobogeno rappresentano i sostituti di un moto pulsionale soggetto a rimozione. Per la psicoanalisi la fobia è imputabile alla rimozione di contenuti inconsci che manifestano il loro effetto portando l’individuo ad evitare una certa situazione. L’evento traumatico (appartenente al periodo dell’infanzia) subisce un fenomeno di spostamento su una situazione specifica.. Il terapeuta aiuta a comprendere i modelli di pensieri in particolare aiuta ad individuare i pensieri dannosi e le false idee che creano ansia. L’obiettivo della terapia è di modificare il modo di pensare per evitare l’insorgere di queste false idee. La terapia si basa su sedute settimanali di circa un’ora ciascuna che dura diverse settimane. Il paziente dev’essere parte attiva della terapia e deve svolgere dei compiti a casa tra una seduta e l’altra. Il terapeuta può suggerire di tenere un diario settimanale in cui annotare i pensieri che si fanno quando insorge l’ansia. E’ necessario capire che la terapia cognitivo-comportamentale non indaga sugli eventi del passato, ma si basa sui processi di pensiero ricorrenti. La consulenza si basa sulle abilità delle persone di risolvere i problemi d’ansia. Alcuni pazienti preferiscono alla terapia individuale quella di gruppo, durante la quale imparano a rilassarsi, ad acquisire la capacità di risolvere i problemi e a lavorare in gruppo.

  1. Agitazione al solo pensiero di metterti alla guida
  2. Nausea e vertigini, talvolta svenimenti
  3. Tensione muscolare, muscoli tesi a volte doloranti
  4. Ora è importante accordarsi (nel senso di trovare la giusta
  5. Sentirsi distanti
  6. Stanchezza e sonnolenza

Attacchi di panico: l’attacco di panico è una particolare condizione in cui la persona affetta subisce un vero e proprio attacco di terrore e forte ansia. L’attacco di panico si manifesta con tremori, vertigini, palpitazioni e dispnea. Spesso i sintomi associati all’attacco di panico sono simili a quelli di un infarto in atto. Quando il disturbo diventa frequente può creare disagio ed ostacolare le normali attività di vita quotidiana del soggetto. Fobia specifica: la fobia è una forte paura irrazionale che può nascere nei confronti di un oggetto, di un animale, di un luogo o di una situazione specifica. A differenza dell’attacco di panico, che sorge improvvisamente ed immotivatamente, la fobia è scatenata da uno stimolo ben specifico verso il quale il soggetto prova una forte paura. Fobia sociale: si tratta, in questo caso, della paura di essere giudicati e valutati in maniera negativa dagli altri. Questa forte paura genera uno stato d’ansia nel soggetto quando si trova in pubblico. Un lavoro congiunto del Ministero della Salute e del Ministero della Pubblica Istruzione (2008) che indica le basi operative della collaborazione fra i due Dicasteri per la promozione della salute e del benessere nella scuola. Tradotto in italiano dal Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute DoRS, il glossario dell’O.M.S. Segnaliamo questa pubblicazione nella convinzione che presupposto di base per una effettiva comunicazione fra attori coinvolti nella promozione della salute dei giovani, sia la condivisione di un linguaggio semplice e comune. Leggi tutto su Glossario O.M.S. Promuovere la salute a scuola. La traduzione italiana del documento della IUHPE (International Union for Health Promotion and Education) che argomenta in maniera scientifica il bisogno e l’importanza della promozione della salute nelle scuole. In esso si sintetizza la base di evidenza scientifica per gli interventi in questo campo e si danno indicazioni di massima sugli strumenti più efficaci per progettare azioni efficaci per promuovere la salute e il benessere della scuola.

 

Ma esiste un divano moderno con letto comodo?

Divano moderno con Letto Comodo…esiste?

Un divano moderno magari con letto comodo per dormire deve soddisfare un requisito fondamentale: deve avere un materasso alto. L’altezza media di un materasso da letto va da un minimo di 18 cm ad un massimo di circa 30 cm. Se quello che cercate è un divano letto per tutti i giorni, non potete certo sperare di riposare comodi con un materasso da 12 cm. Gli imbottiti, specialmente se rivestiti in tessuto, attirano la polvere. Se siete allergici ad acari e polvere potete anche optare per un divano letto in pelle o ecopelle.

Il segreto per un divano moderno comodo?

La rete in più può essere usata singola o accostata al divano per ricavare un matrimoniale. In entrambi i casi riuscirete a contenere l’ingombro del letto e risparmiare, nel caso del matrimoniale, una trentina di centimetri (la profondità totale sarà infatti di circa 160 cm invece che di 190 cm). Volete risparmiare ancora più spazio in profondità? Scegliete un divano moderno con letto  e cuscini ribaltabili integrati: rimanendo attaccati al meccanismo e scomparendo sotto la rete lasceranno più spazio libero al materasso che sarà così aderente alla struttura posteriore del divano, occupando meno in profondità. Se il pregio è quello di ingombrare meno, il difetto è quello di non avere uno schienale d’appoggio per chi vuole leggere o guardare la tv seduto a letto.

 

Vi state chiedendo se un divano moderno Ikea possa essere una buona soluzione? Spesso quando si ha a che fare con un brand come questo, che viaggia su prezzi piuttosto economici rispetto ad altri marchi di arredamento, si teme di fare l’acquisto sbagliato. In realtà però Ikea sta iniziando a sorprendere: negli ultimi anni le proposte sono sempre più moderne e all’avanguardia, con un rapporto qualità-prezzo davvero eccellente. Certo, un divano letto Ikea ad esempio da 500 euro non potrà mai essere paragonabile ad un modello di un altro marchio dal valore di 2000 euro! Tuttavia, le soluzioni nel nuovo catalogo 2017 ci sembrano davvero interessanti e vale la pena darci un’occhiata. Come abbiamo già visto quando abbiamo parlato dei divani Ikea, alcuni modelli sono degni di essere presi in considerazione e secondo noi il migliore in assoluto è il divano letto Holmsund. Questo modello di divano letto Ikea è tra i più belli in assoluto, ma anche funzionale perchè dotato di contenitore per riporre la biancheria da letto direttamente sotto la chaise-longue. Una cena sul divano è divertente diversivo per passare una serata in compagnia di famiglia ed amici ma anche un pretesto per organizzare una cena romantica… ma non troppo. Se l’idea vi stuzzica a seguire qualche idea su come dar vita ad una cena sul divano dalla disposizione dei mobili al menù. Concedersi il lusso di cenare sul sofà con del cibo alternativo, è molto appagante. Mettersi comodi senza avere le restrizioni della tavola è rilassante e se fatto in compagnia può essere molto divertente. Molti medici hanno sottolineato il fatto che cenando sul divano è possibile, chiacchierando o guardo la tv, distrarsi e mangiare più del dovuto. Cenare sul divano non deve, quindi, diventare un’abitudine ma se fatto una volta ogni tanto non ha effetti collaterali. Per cenare sul divano c’è bisogno di un po’ di organizzazione. Per prima cosa dovete valutare quali piani d’appoggio avete a vostra disposizione e quanto spazio vi serve per apparecchiare.

Basta prendere qualche pallet di legno (o bancale come spesso vengono chiamati), verniciarlo con un colore acceso ed abbinandone quattro si ottiene la base su cui possiamo appoggiare un comodo materasso ottenendo un divano economico. E la scelta di colori non ha confini, basta solo fantasia e cercare di abbinare il nuovo oggetto del proprio arredamento con pareti e mobili, magari di un bel rosa confetto o azzurro cielo. A proprio piacimento con l’aggiunta di qualche comodo cuscino per appoggiarsi, si ha la comodità di un divano con la possibilità di un solido ripiano accanto per appoggiare una bibita fresca o qualche nuovo libro da leggere. Coniugare creatività, risparmio e rispetto per l’ambiente sono sempre più tre direttive a cuore di molti, perché allora non realizzare dei divani economici fai da te di materiale riciclato? Per prima cosa acquistare (a prezzi davvero contenuti, quasi irrisori) pallet industriali utilizzati ma in buono stato e soprattutto puliti. Si trovano in moltissime aziende, conviene iniziare a cercare tra quelle vicino a casa. Il numero dei pallet varierà a seconda delle dimensioni del sofà che vogliamo creare.

Quelli che preferisco in assoluto in tessuto fissi e angolari. Divani eleganti, ma al tempo stesso accoglienti e caldi. Inoltre c’è da perdere la testa, solo per scegliere i tessuti di Chateau d’ax di alta qualità. Qui trovate una selezione dei divani in tessuto di Chateau d’ax più belli di quest’anno. La qualità dell’imbottitura del divano Dudy riesce a delineare la forma ispirata alla tradizione per renderla attuale. Edo è un divano nato da una forma pura dalla quale è scaturito un progetto talmente razionale da sembrare famigliare. Il divano Edo si puà avere con la scocca in pelle e cuscinatura in tessuto, oppure tutto in tessuto o pelle. Divano Xelle ha una struttura portante in legno massello, tamponamenti in derivati dello stesso classe E1,rivestita in poliuretano espanso. Cuscinatura seduta e schienale in Chateauflex: poliuretano ecologico ed indeformabile. Il molleggio della seduta e dello schienale è ottenuto con l’impiego di nastri elastici. Non mi fanno impazzire i divani in pelle, ma questa collezione 2016 ha superato ogni aspettativa.

 

https://www.arredamento.it/come-scegliere-tra-i-divani-letto-matrimoniali-ikea_NG7.jpg

 

Perchè ricorrere a un otorino a Torino

Un medico specializzato in Otorino a Torino può mettere a disposizione la propria competenza nell’ambito di una terapia finalizzata a risolvere i problemi o malattie legate alla respirazione (naso e gola) oppure agli organi uditivi  in cui possono imbattersi le persone. Questo tipo di terapia, per altro, non è utile unicamente in presenza di situazioni di crisi, ma in molte altre circostanze: possono palesarsi, insomma, delle malattie sia per gli uomini che per le donne che, una volta escluse motivazioni fisiologiche, possono essere ricondotti a anche a malanni stagionali. Attraverso una terapia medica specifica da un lato si ha l’opportunità di rimuovere e cancellare tutti i sintomi funzionali specifici, e dall’altro lato si stimola, si incentiva e si favorisce il miglioramento della qualità della vita dell’individuo.

Consultando il sito http://www.otorinoettorepasset.it si può entrare in contatto con un otorino a Torino grazie al quale arrivare a una risoluzione dei problemi efficace e duratura. Il punto di partenza per esempio di una tonsillite

Quando sono sane, le tonsille sono di colore rosa tenue e si vedono appena; quando sono infiammate si ingrossano e appaiono arrossate e, se l’infiammazione è acuta, possono comparire macchie gialle di pus. Tra le terapie mediche otorinolaringoiatriche i farmaci maggiormente utilizzati sono ibuprofene (da assumere per via orale) e flurbiprofene (per applicazioni topiche). La maggior parte delle infezioni che colpiscono la faringe e le tonsille sono causate da virus comuni. Le adenoidi e le tonsille sono parte del sistema immunitario il cui scopo principale è quello diproteggere il corpo contro i batteri e virus. Una delle cause principale è certamente un’infezione di natura virale e in particolare i virus della mononucleosi, dell’influenza, dell’HIV, l’enterovirus e l’adenovirus. La loro presenza è una delle principali cause dell’alitosi.

Un  Otorino a Torino, ha tra le sue competenze anche disturbi legati  alla laringe, la fonazione, il canto, le malattie del collo e dell’esofago cervicale. Le più frequenti sono la fibroscopia nasale e laringea (chiamate anche fibroendoscopia). Alcuni fra questi (ad esempio i cosiddetti farmaci da banco) non prevedono alcun rimborso, altri invece sono rimborsabili solo se prescritti da uno specialista. Presso il suo studio medico è possibile avere, su appuntamento, una visita specialistica allergologica ed effettuare i test allergologici cutanei.

E’ indispensabile una valutazione specialistica prima di intraprendere una terapia impegnativa e un attento controllo nel tempo per monitorare la risoluzione delle problematiche di salute. I trattamenti più comuni per i noduli, polipi e cisti sono il riposo della voce, la terapia vocale e un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto. Una cisti è una massa dura di tessuto racchiusa in una sacca di membrana all’interno della corda vocale. Un polipo vocale si verifica in genere solo su un lato della corda vocale. Se la corda vocale è paralizzata o debole, sarà la voce a causare problemi, e non la respirazione. La paralisi di entrambe le corde vocali è un’eventualità rara e di solito si manifesta con una respirazione rumorosa o con la fame d’aria quando si respira o si parla. Se si affatica o si maltratta la voce si possono sviluppare lesioni benigne delle corde vocali, oppure si può soffrire di emorragia delle corde vocali.

.

La mia esperienza con 6 tipi di attività online che potresti iniziare oggi

Oggi ci sono numerose attività online che puoi iniziare con pochissime risorse e conoscenze precedenti.

Te lo dico, cosa fa Ho lavorato come architetto per 4 anni e ho avuto zero esperienze su Internet, e da allora ho tentato la fortuna con 6 diversi tipi di imprese.

Anche se con alcuni di loro ho fatto meglio che con altri, il risultato è stato che sono passato … [19659006] Da essere impiegato per essere autonomo

  • Da avere un programma fisso per lavorare in qualsiasi momento
  • Seguire gli ordini di un capo, avviare i miei progetti
  • Andare ogni mattina in ufficio, lavorare da dove vuoi
  • E guadagnare abbastanza da vivere, avere abbastanza soldi per trasferirmi a Barcellona con la mia ragazza, reinvestirmi nella mia azienda e procurarmi ancora dei soldi per salvare

 

Se stai leggendo questo post, sicuramente tu anche sognare con fare qualcosa di simile. Tuttavia, ti dico che lo farai già quando avrai una buona idea, quando imparerai di più sul mondo online o quando la lotteria ti tocca.

Tutto è una scusa.

Avere un business online e ottenere quello che che ho raggiunto, non è necessario avere un’idea geniale, una grande conoscenza precedente o un grosso budget.

Tutto ciò che serve è avviare e iniziare, e la strada sarà aperta .

] In questo post ho intenzione di mostrarti che quello che dico è vero, raccontandoti in dettaglio la mia carriera da quando ho sentito parlare del business online, fino ad oggi, che posso vivere esclusivamente da questo e sono libero di fare ciò che voglio fare in qualsiasi momento della giornata, ogni giorno della settimana.

Inoltre, condividerò con voi quello che ho imparato in questi anni su ciascuno di questi modelli di business, in modo che se decidi di iniziare uno di loro, inizi con il vantaggio e non comete lo stesso errore s che ho commesso ai suoi tempi.

Voglio sottolineare che tutti i progetti che citerò di seguito sono progetti che potresti iniziare oggi con zero conoscenze e pochi euro (tranne l’ultimo, che richiede un investimento precedente)

Il mio obiettivo è presentarvi alcune delle opzioni che avete a vostra disposizione e condividere con voi la mia esperienza con ciascuna di esse in modo che possiate avere un’idea di cosa aspettarsi se avete scelto uno di questi percorsi, sappi quali sono i primi passi che dovresti prendere in ogni caso e ti lanci subito per creare il tuo business online.

La mia carriera di imprenditore: i 6 tipi di attività su Internet che ho provato negli ultimi 4 anni [19659020] Business # 1 – Blog personale

Nel gennaio del 2014 vivevo una vita convenzionale.

Ho vissuto come molti altri spagnoli all’estero, lavorando come architetto in una compagnia in Svizzera.

Mis c Le condizioni lavorative sono state molto buone: ho lavorato dal lunedì al mercoledì, ho addebitato più del necessario per vivere bene e avevo anche soldi rimasti per salvare.

Tuttavia, non ero soddisfatto.

Anche se la filosofia dell’azienda Mi è piaciuto e i progetti erano interessanti, mi sentivo chiuso tra quattro mura e costretto a rispettare un programma. E la cosa più frustrante è che non sono riuscito a trovare un’alternativa per uscire da lì.

Un giorno, guardando il mio Facebook, ho visto che qualcuno aveva condiviso un post in cui un certo Angelo Alegre ha spiegato come ha creato un passivo business online per viaggiare by the world.

Il titolo attirò la mia attenzione e decisi di cliccare, e non appena ho iniziato a leggere ero bloccato sullo schermo.

Non potevo credere che ci fosse quello che chiamava reddito passivo. ] Come è possibile lavorare solo una volta per creare una pagina web e generare entrate in modo costante e automatico anche dopo anni di completamento?

In quel momento l’ho visto molto chiaramente: Ho dovuto prendere lo stesso a tutti i costi .

Avevo visto in un altro post di Angel che stava già vivendo del reddito generato dal suo blog ed ero entusiasta all’idea di rendere la mia passione redditizia, così ho deciso di iniziare un blog personale.

La domanda was: about what?

Non è stato facile per me trovare un argomento che mi convincesse. Ma dopo aver riflettuto molto, ho deciso di riprendere qualcosa che avevo lasciato abbandonato e, oltre ad essere incantato, ritenevo di conoscere abbastanza bene per condividere le mie conoscenze con altre persone: il disegno tecnico.

Come avevo zero conoscenze su come assemblare un blog, avevo bisogno di due mesi per avere tutte le basi pronte:

  • 3 post pubblicati
  • Le pagine principali pubblicate: prima pagina, su di me e contatto
  • La ​​mailing list aperta e configurata
  • I conti in Elenchi di reti sociali

È stato un processo difficile in cui ho dovuto affrontare molte barriere mentali, come l’esecuzione di pagamenti via Internet per l’affitto di hosting, che era una novità per me o l’apertura di un account sui social network, che anche È stata una sfida perché l’ho sentita come un’invasione della mia vita privata.

Anche così, il 20 aprile 2014 ho aperto le porte del mio blog: 10endibujo.com

Dopo il lancio, ho Ho optato per un tasso di pubblicazione di 2 post settimanali e ho rispettato rigorosamente per mesi. Anche in estate, mentre ero in vacanza a Cadice con la mia ragazza, i post che avevo programmato in anticipo venivano pubblicati in modo rigoroso.

Inoltre, con l’intenzione di chiarire le spiegazioni di alcuni disegni e allo stesso tempo di aumentare visite, ho deciso di aprire un canale YouTube, che a luglio aveva già 7 video.

Purtroppo, nonostante i miei sforzi, il blog non è ancora decollato.

Dopo 3 mesi di installazione del web e altri 3 mesi pubblicando costantemente, il blog ha ricevuto meno di 1.000 visite al mese (circa 30 visite al giorno) e aveva solo 11 iscritti nella mailing list e 4 abbonati sul canale YouTube.

Ma la cosa più seria non era la mancanza di visibilità, ma il blog non me ne dava uno duro.

Per motivi personali ales, io e la mia ragazza avevamo deciso di lasciare la Svizzera e andare a vivere a Barcellona, ​​quindi ero senza lavoro da maggio.

La mia intenzione era di non dover più tornare al lavoro in ufficio, quindi non avevo più rimedio per bruciare tutte le cartucce e guadagnarsi da vivere online.

Ho dovuto trovare un modo per monetizzare il blog com’era.

In quel momento ho capito dov’era il problema.

Fino a quel momento In quel momento, il disegno era solo una piattaforma con cui farmi sapere, non un business. Ecco perché non stavo facendo soldi!

La realtà era che se volevo ottenere un reddito, dovevo vendere qualcosa.

Quindi, dopo aver dato qualche giro, ho deciso di vendere libri.

Business # 2 – Pubblicazione e vendita di libri elettronici

Mi sono interessato alla pubblicazione e alla vendita di ebook perché tutti i riferimenti che avevo letto fino a quel momento mi hanno fatto pensare che fosse un business in grado di segnalarmi entrate passive.

Ho dovuto lavorare solo una volta per scrivere i libri e poi potrei fare soldi con loro per anni. E dal momento che potevano essere acquistati solo attraverso Internet, l’intero processo di vendita sarebbe automatico e avrebbe un costo minimo se vendesse un’unità o ne vendesse un milione

L’unica difficoltà era, logicamente, nel trovare acquirenti, e per fortuna li avevo già in forma di lettori e seguaci del disegno.

Il mio piano era quello di coprire l’intero programma scolastico in libri diversi, in modo che se a qualcuno piacesse uno dei miei libri avrei sicuramente finito con l’acquistare gli altri, Ho deciso di iniziare con un argomento che ho trovato facile da affrontare e che di solito dà molti mal di testa agli studenti: l’omologia.

Anche se a prima vista scrivere un libro con la teoria e gli esercizi di un soggetto può sembrare semplice, la realtà è che richiede un’enorme disciplina e perseveranza al lavoro.

Il motivo è che, sebbene all’inizio pensi che tutto sia molto chiaro nella tua mente, quando devi esprimerlo o che sai in modo ben argomentato, chiaro e pedagogico ti rendi conto che devi fare un’indagine approfondita e impiegare molte ore per spiegarlo bene.

Inoltre, mentre scrivevo il libro non volevo lasciare il blog, Era la mia principale risorsa per attirare futuri acquirenti, quindi ho mantenuto il ritmo di 2 post alla settimana.

In totale, mi ci sono voluti 3 mesi di duro lavoro per scrivere il libro.

E per renderlo più completo, l’ho aggiunto al pacchetto 6 video con spiegazioni dettagliate di alcuni esercizi complessi e preparato un’immagine digitale di vendita in 3 dimensioni.

Questo è stato il risultato:Vendite dell’ebook di Paypal durante il primo mese

So che è una quantità ridicola, ma per me è stata una grande vittoria perché per la prima volta dopo 10 mesi di lavoro ero riuscito a fare soldi online e vendere un prodotto che avevo realizzato io.

Fu la dimostrazione che ciò che stavo sognando era possibile.

Incantato.

Ma ho anche capito che quella strada era difficile.

Ho dovuto lavorare molto duramente per 3 mesi per mettere un ebook in vendita a 5,90 euro e ottenere 8 vendite (2 di cui erano di mia suocera e mia madre), e nessuno lo farebbe Era chiaro che avevo bisogno di pubblicare molti più libri se volevo vivere su di esso, il che significava molti più mesi di lavoro, e al momento non avevo molto tempo.

Avevo bisogno di ottenere reddito urgente, così ho deciso di provare un nuovo modello di business di cui avevo sentito parlare molto.

Business # 3 – Pagine di nicchia

Quando ho capito che né il blog né la vendita di ebook sarebbero andati a Per dare a breve termine il livello di reddito che stavo cercando, ho iniziato a pensare a quali altri modelli di business potrei provare. E il primo che mi è venuto in mente erano le pagine di nicchia.

Era lo stesso modello di business che aveva permesso ad Angel di lasciare il suo lavoro per girare il mondo, e per quello che ha detto sul suo blog, non sembrava troppo difficile da implementare.

  1. Hai solo dovuto fare quanto segue:
    1. Creare una pagina web per analisi e consigli sui prodotti su un argomento molto specifico
    2. Includi “link di affiliazione” su Amazon ogni volta che menzioni un prodotto in uno degli articoli sul web. Un link affiliato è un link speciale che contiene il tuo identificativo, in modo che l’Amazon sappia che la persona che ha cliccato viene da te e ti paga una commissione se finisce per comprare nelle prossime 24 ore
    3. Usa le tecniche SEO posizionare il web nelle prime posizioni di Google per ricerche relative al tema e ottenere così visitatori

    Una volta assemblato, il sistema funziona automaticamente: ogni giorno ci sono persone che trovano i tuoi articoli, una parte di quelli le persone vengono in Amazon attraverso uno dei tuoi link affiliati, e quindi una piccola percentuale di acquisto, che genera una commissione.

    Ecco un esempio: debuceo.org.

    Questo modello di business è noto come marketing affiliato e sebbene a quel tempo pensassi che fosse molto allettante, l’idea di lasciare 10endibujo per promuovere prodotti a caso non mi rendeva troppo divertente. Avevo lavorato al blog e ai libri per diversi mesi, e il disegno tecnico era ancora un argomento di cui ero appassionato.

    Tuttavia, alla fine, la necessità di trovare un’azienda che funzionasse e mi fornisse un reddito era più forte del seguente la mia passione.

    In quel momento la cosa più importante per me era essere in grado di godere del tempo libero e non dover tornare a lavorare nell’ufficio di un impiegato, così ho inghiottito i miei dubbi e mi sono messo al lavoro.

    Ho lanciato Niche Site Duel di Pat Flynn e ho seguito Niche Profit Course di Chris Guthrie, le stesse risorse con cui Angel si è formato ai suoi tempi, e dopo due settimane di studio, analisi e confronto di diverse nicchie, il 28 ottobre, ho acquistato il mio secondo dominio su Internet.

    Da allora in poi, mi sono concentrato sulla pubblicazione di articoli con link di affiliazione e sull’applicazione di strategie di posizionamento, e fortunatamente i risultati non tardarono ad arrivare.

    In dicembre , solo 2 mesi dopo aver acquistato il dominio, il sito aveva 1.295 visite uniche e nel gennaio 2015 ha superato 5.000 visite mensili.

    Visite uniche in la prima web di nicchia fino a gennaio 2015

    E quella delle visite è stata molto buona …

    Ma la cosa veramente importante è stata che finalmente ho ottenuto risultati economici significativi.

    Nel mese di A dicembre il web mi ha dato 46,41 euro, mentre a gennaio ha generato 108,97 euro.
    Questi hanno già iniziato a essere numeri interessanti.

    la pagina di nicchia nel mese di gennaio 2015

    In soli 2 mesi ero riuscito a creare un sito web che generava più di 100 euro al mese, il che significava che, anche se quella pagina non mi dava più soldi, solo dovuto creare un altro 9 uguale per la portata 1000 euro al mese e poter vivere su Internet.

    E la cosa migliore è che non avevo nemmeno dedicato il 100% del mio tempo a quel progetto!

    Durante quei mesi avevo Ho scritto un secondo album da disegno che sono riuscito a mettere in vendita a gennaio (ha avuto un successo simile al primo), e inoltre ho mantenuto un tasso costante di pubblicazione sul blog.

    In effetti, la visibilità del disegno era aumentata in silenzio, ed entrambi nel novembre 2014 e gennaio 2015 il blog ha superato le 14.000 visite al mese

    Visite uniche sul blog fino a gennaio 2015

    Il fatto di aver ricevuto quasi 15.000 visitatori unici in un solo mese mi ha fatto considerare la possibilità di monetizzare quel traffico passivamente, cioè senza che io dovessi fare nulla

    . L’unico modo in cui sapevo di ottenere qualcosa del genere era attraverso la pubblicità contestuale al, quindi ho deciso di provarlo.

    Business n. 4 – Pubblicità contestuale

    La pubblicità è uno dei peggiori metodi di monetizzazione della fama su Internet. Il motivo è che è fastidioso per l’utente, fa apparire l’aspetto del web e rende l’immagine che offre meno pulita.

    Anche se tutte quelle lamentele sono vere, ho deciso di inserire annunci sulle mie pagine perché in quel momento la mia priorità era ottenere una quantità decente di denaro per vivere il prima possibile e ogni altra fonte di reddito era il benvenuto.

    Inoltre, l’ho visto come uno scambio in cui tutte le parti stavano vincendo:

    • I miei lettori stavano ancora ricevendo contenuti gratuito (e forse a volte potevano essere interessati alla pubblicità che appariva loro)
    • L’inserzionista ha ricevuto potenziali acquirenti
    • Google prende una commissione come intermediario
    • E ho preso una commissione e potrei continuare con il mio lavoro

    ] Inserire la pubblicità contestuale sui miei siti Web era molto semplice: ho appena dovuto inserire un codice in WordPress.

    Da lì, Google Adsense ha iniziato a mostrare quegli annunci che ho preso in considerazione Sarei più rilevante per i miei visitatori e ogni volta che un utente fa clic su uno prendo una piccola commissione pubblicitaria.

    Ecco un esempio:

    Esempio di pubblicità contestuale di AdSense in 10endibujo

    Oltre a ciò, ho attivato anche la pubblicità nei miei video di YouTube. In questo modo, avrei potuto ottenere un piccolo profitto da qualcosa che era già stato creato e che al momento non mi stava dando alcun beneficio.

    Con Adsense attivo sul blog e nei video, dovevo solo aspettare che il Purtroppo, non è venuto troppo …

    Durante le prime settimane ho guadagnato un massimo di 70 centesimi al giorno (e un minimo di 0).

    E nei primi 2 mesi ho accumulato un totale di 13,81 euro

    Entrate AdSense sul blog

    Sebbene questi risultati possano sembrare ridicoli, per me è stata la consapevolezza che avrei potuto monetizzare le visite e ottenere un’ulteriore fonte di reddito senza sforzo

    Ricorda che mi ci sono voluti 10 mesi di duro lavoro per ottenere il primo euro online.

    Ora, tuttavia, avevo ottenuto più di 13 euro senza sforzo, e avevo solo messo banner su alcuni pagine del blog e non mi sono preoccupato di ottimizzare le dimensioni o la posizione di esse.

    Sentivo di essere sulla strada giusta, e finalmente tutto stava cominciando a montare e le entrate per aderire.

    Ho già avuto:

    • Reddito dalla vendita di 2 libri
    • Reddito da affiliazione di Amazon
    • Reddito pubblicitario AdSense

    Anche così, entro la fine di febbraio 2015, il mio reddito totale aveva raggiunto solo 257.70 euro, una cifra molto più bassa di quella che potrei voler coprire le mie spese di soggiorno.

    Creare nuove pagine di nicchia sembrava la soluzione più ragionevole ed efficace per aumentare le mie entrate, ma anche così ci vorrebbero diversi mesi per ottenerlo e avevo bisogno di contanti rapidamente.

    Fortunatamente, in quel momento, quando ne avevo più bisogno, ricevetti una proposta che risolveva il mio problema.

    Business # 5 – Classi private online

    In seguito alla crescita di 10endraw, ciascuno vede Altre persone mi hanno contattato attraverso il blog per farmi domande sul disegno tecnico.

    Ho risposto a tutti e non ho dato molta importanza all’argomento … fino a quando alla fine di febbraio un ragazzo dei Paesi Baschi mi ha scritto dicendo che Mi piaceva il mio modo di spiegare e volevo dargli lezioni private.

    A quel tempo vivevo a Barcellona, ​​che non era esattamente vicino, quindi l’unica opzione che dovevo insegnare a quelle lezioni era di farlo online.

    Tuttavia, non ero convinto che avrebbe funzionato.

    Sapevo che era possibile insegnare le lingue su Skype, perché lo studente ha solo bisogno di ascoltare correttamente e l’immagine è utile solo per rafforzare i legami e mantenere una comunicazione più stretta

    Ma un soggetto visivo come il disegno tecnico era qualcosa di molto diverso …

    Tuttavia, ho visto questo ragazzo così convinto che ho accettato di dargli una lezione di prova. [1965900] 4] Sono andato al bazar di “tutto a 100” più vicino, ho comprato una lavagna di 40 × 60 cm e un paio di pennarelli e abbiamo fatto la lezione.

    E anche se per me l’esperienza è stata strana e un po ‘a disagio, perché Ho tenuto la lavagna sulle mie gambe con la mano sinistra e, mentre cercavo di tenerlo incorniciato all’interno dell’immagine della webcam, dovevo dare una spiegazione coerente e semplice sui concetti di disegno tecnico, il ragazzino ha finito per essere deliziato dalla classe. [19659004Daquelgiornoinpoiabbiamodecisodiformalizzarelelezioniedifarleregolarmente

    Sì, ho apportato alcune modifiche in “l’aula” e l’ho messo per insegnare in un modo ragionevolmente comodo, sia per me sia per il mio studente.

    Per fare questo, ho installato una lastra di 90 × 120 cm che ho avvitato a un muro vicino alla finestra, e ho comprato pennarelli di diversi colori, smussatura di ardesia e una bussola di gesso che ho adattato per i marcatori.

    Installazione per esercitazioni di disegno tecnico online

    La nuova “installazione” ha funzionato perfettamente.

    Ogni volta che dovevi dare una lezione, solo Ho dovuto sollevare il portatile su alcune scatole per avere la fotocamera al livello della lavagna e che aveva già montato la classe.

    Da casa, in abiti comodi e senza perdere tempo in viaggio, poteva insegnare agli studenti di tutta la Spagna.

    Già il primo mese ho recuperato più dell’investimento iniziale di 80 euro in materiale.

    E nei mesi successivi, tutto è stato profitto.

    Inoltre, ho annunciato nel blog e nella pagina da Facebook che ha insegnato lezioni online, e grazie al numero elevato di visite che si avvicinavano alla fine dell’anno ho iniziato a ricevere offerte.

    Dal primo studente ho ricevuto i pagamenti tramite bonifico bancario, ma da lì Li ho caricati tramite un pulsante PayPal che si trova sul web. Avrei potuto permettermi di pagare in anticipo e prima che la domanda crescesse mi permettesse di aumentare il prezzo delle lezioni.

    Anche così, stavo ancora ricevendo offerte e gli studenti erano entusiasti delle lezioni, dato che potevano farle comodamente da casa [19659004] Le lezioni private online sono diventate rapidamente la mia principale fonte di reddito

    E ‘stato denaro diretto, proprio quello di cui avevo bisogno in quel momento, e poiché era un’attività che ha portato via solo alcuni pomeriggi , Potrei dedicare ogni mattina e alcuni fine settimana a sviluppare nuove pagine di nicchia.

    In quei primi tre mesi che stavo dando lezioni private ho aperto 3 nuove reti, che a maggio ho ricevuto più di 80 euro e in giugno più di 150

    Visto che avevo più studenti di quanti potessi coprire e che le pagine di nicchia continuavano a crescere, ho deciso di lasciare le pubblicazioni sul blog per concentrarsi al 100% sul n le due aziende che hanno funzionato meglio per me: le classi e i siti web affiliati.

    Anche questa decisione non è stata facile

    Il blog è stato la mia prima scommessa ed era intrinsecamente connesso a me. Avevo lasciato l’anima per più di un anno al lavoro e avevo dato tutto per facilitare la comprensione del disegno tecnico.

    Ma se volevo davvero guadagnarmi da vivere con il business di Internet, dovevo eliminare quei compiti che non mi davano benefici e mi concentro su quelli che lo fanno.

    Durante il resto del 2015 mi sono dedicato a un totale di 5 pagine di nicchia e ad agosto, circa 20 mesi dopo aver iniziato questa avventura, ho finalmente ottenuto quello che stavo cercando: [19659004] Ho superato 1.000 euro in un mese

    Nel settembre 2015 ho raggiunto per la prima volta 1.000 euro in un mese con entrate online

    Ricavi seguiti aumentando fino alla fine dell’anno, e ha avuto un buon picco di crescita durante la campagna natalizia.

    Io, naturalmente, non avevo immaginato una crescita così grande in così poco tempo.

    Ma eccolo lì, e grazie a ciò ho potuto vivere comodamente, lavorare da casa e organizzare il tempo come volevo, facendo ciò che volevo in ogni momento.

    La verità è che era come un sogno: gli affari funzionavano sia che lavorassi o meno.

    Ma una volta raggiunto un sogno, c’è la paura di perderlo.

    E questo è quello che mi è successo.

    Anche se il mio reddito stava crescendo e ho ricevuto i miei pagamenti in modo rigoroso, hanno iniziato a emergere. Domande come “Cosa succede se Google penalizza le mie pagine?” O “Cosa succede se Amazon chiude il suo programma di affiliazione?”, E l’unica soluzione che potevo pensare era di diversificare.

    L’idea era di avere molte fonti di entrate diverso, in modo che se uno di loro non ti soddisfa, ne hai sempre un altro per supportarti.

    Per questo motivo, e anche perché in quel momento le mie pagine di nicchia mi generavano automaticamente entrate senza dover passare un minuto , Ho deciso di provare un nuovo modello di business che non aveva nulla a che fare con l’affiliazione.

    Business n. 6 – Vendita di prodotti fisici online

    Quando ho iniziato nel mondo delle pagine di nicchia ho iniziato ad ascoltare il podcast di Pat Flynn, e In uno degli episodi ho sentito un ragazzo di nome Ryan Moran parlare per la prima volta di un nuovo modello di business di grande successo con il quale, secondo lui, si potevano guadagnare molti soldi in brevissimo tempo.

    Si trattava di vendere prodotti fisici online a attraverso Amazon.

    Quello stesso giorno feci una rapida ricerca su Internet per scoprire ulteriori dettagli sul sistema, e scoprii che uno dei miei riferimenti, Chris Guthrie, parlava anche di lui.

    Sia Chris che Ryan affermarono che Era un modello aziendale super scalabile ed era relativamente facile guadagnare diverse decine di migliaia di dollari al mese (sì, più di $ 20.000 al mese) quindi ho deciso di provarlo Per vedere se tutto ciò che dicevano era vero.

    Nel gennaio 2016 ho acquistato Amasuite, un corso di Chris in cui ho spiegato l’intero processo passo dopo passo e questo mi ha aiutato a capire come funziona il sistema. [19659004] L’idea è di acquistare prodotti con etichetta bianca ( white-label ) da un produttore cinese e venderli su Amazon più costoso con il proprio marchio.

    In breve, quello che dovevo fare era …

    1. Trova in Amazon un prodotto che ha una buona domanda e una bassa concorrenza
    2. Trova un’azienda in grado di produrre lo stesso prodotto che aveva trovato o uno simile a basso costo
    3. Ordina la produzione di diverse centinaia di unità dal produttore [19659007] Invia tali unità ai negozi Amazon
    4. Prepara la pagina di vendita del prodotto, incluse immagini, descrizione e prezzo
    5. Promuovi il prodotto (facoltativo)
    6. Attendi che Amazon venda e invii le unità a fareuna nuova commissione

    Questo, che può sembrare lungo e noioso, in realtà è 😉

    Ma la cosa bella del sistema è che una volta montato è piuttosto passivo.

    Cioè, l’intero processo fino a si arriva a vendere un’unità è complessa e lunga, ma una volta che è in vendita, Amazon si prende cura di tutto grazie al suo sistema FBA (Soddisfatto da Amazon, in Spagna è gestito da Amazon) in cambio di una commissione e devi solo dedicare alcuni minuti al giorno.

    E dal momento che Amazon si occupa di tutto, ti costa lo stesso sforzo di vendere 1 unità per vendere 50 in un giorno.

    Ciò lo rende molto scalabile.

    Come è successo a me con questo modello?

    Beh, ho iniziato a gennaio 2016 con tutte le ricerche.

    Mi ci è voluto circa un mese per decidere il prodotto, quindi a metà febbraio ho iniziato a cercare il produttore.

    Per fare questo, sono andato alla pagina che mi era stata raccomandata nel Ovviamente, Alibaba, dal momento che è facile trovare produttori a basso costo. Ho ottenuto 4 aziende asiatiche per inviarmi un prodotto campione ciascuna, così ho potuto verificare la qualità del prodotto, il sistema di confezionamento, ecc.

    Da uno di questi ho chiesto un secondo campione e alla fine mi è stato lasciato questo [19659004] Il processo di scelta del produttore mi ha richiesto anche un mese intero.

    Fortunatamente, le mie pagine di nicchia continuavano a lavorare e dare soldi senza dover passare il tempo.

    Il 14 marzo, ho fatto un ordine di 500 unità e ho pagato il 50% del totale. L’altro 50% l’ho pagato dieci giorni dopo, una volta che l’ordine era finito e i prodotti erano pronti per essere spediti negli Stati Uniti.

    Pagamenti al produttore di prodotti in Cina per vendere online

    Il trasporto dalle strutture del produttore cinese ai negozi Amazon sarebbe stato un incubo se non fosse stato per le società spedizionieri che si occupano di tutto il necessario per trasportare merce dal luogo di origine al luogo di destinazione (trasporti, permessi, dogana …) in cambio di una commissione

    Mi sono fidato di un’azienda che aveva buone referenze su Facebook e ho fatto l’ordine l’ultima settimana di marzo, e la verità è che valeva ogni euro investito.

    Dopo la produzione e noleggiato il trasporto, la quantità di lavoro da parte mia fu notevolmente ridotta.

    Mentre quei primi 2 Nel giro di mesi e mezzo, il carico di lavoro era stato troppo alto per trovare il prodotto, il produttore e il trasportatore, ora era praticamente tutto finito. Lo único que me faltaba era configurar la página de ventas del producto.

 

Come prendere un anno sabbatico che cambia la tua vita (a qualsiasi età)

 

Come sono arrivato a quel punto?

Nel 2006, Quando ho scoperto che avevo superato l’esame dell’insegnante, mi sentivo come se fossi in una nuvola.

Avevo appena ottenuto il lavoro dei miei sogni e mi ero risolta economicamente la vita con uno stipendio mensile garantito.

I miei amici congratulandomi, i miei genitori erano orgogliosi della loro figlia e io non potevo essere più felice.

Durante i successivi 6 anni ho insegnato in diverse scuole, ed è stato uno stadio molto bello della mia vita di cui ho dei ricordi molto belli. 19659004] Mi è piaciuto essere un nano con i miei studenti, ho avuto alcuni meravigliosi colleghi di lavoro e ho sempre avuto nuove sfide che mi hanno fatto sentire vivo.

Cosa è successo dopo aver inviato tutto a merda è stato meraviglioso.

Il primo e grande passo è stato che ho preso un congedo di lavoro di due anni e sono andato nel Sud-Est asiatico.

Il mio viaggio è iniziato in Sri Lanka. Lì ho trascorso un mese e mezzo in un centro di meditazione, dove ho vissuto un’esperienza che ha trasformato la mia vita per sempre. Ma non è niente con tutto ciò che doveva venire …

Quello fu l’inizio di mille avventure e viaggi più di adesso non posso dirti e che, se vuoi saperlo, puoi trovare nel mio blog, la comunità numero 1 di anni Sabbaticals in lingua spagnola 😉

I miei due anni di congedo sono stati … l’inizio del mio pre-pensionamento a 33 anni

E quell’esperienza ha cambiato la mia vita a tutti i livelli:

A livello personale

Ho trovato dentro di me la vera felicità (interiore e reale, ciò che è indipendente da ciò che accade all’esterno), ho acquisito attenzione e direzione, mi sono reso conto di chi sono e ho imparato a conoscere me stesso a livelli Non avrei mai immaginato che sarebbe venuto.

Mi sono rafforzato, ho perso la paura di essere me stesso o di dire quello che penso, e ho rilasciato convinzioni limitanti che non mi hanno aiutato ad evolvere. E, soprattutto, ho imparato a vivere nel momento presente.

Sento che sono nel posto giusto e al momento giusto, e sento una calma infinita sapendo che se morissi domani, morirei in pace.

La Cinzia più luminosa, più cosciente e autentica è venuta alla luce

Vivo in coerenza con i miei valori, e ho smesso di sentire il conflitto interno che ho sentito prima a causa del divario tra la mia mente e il mio cuore

Oggi sento un essere libero … e, come dico sempre, disgustosamente felice!

Professionalmente

Tutti questi cambiamenti a livello personale sono stati accompagnati da grandi cambiamenti nella mia vita professionale.

Durante il viaggio, il mio scopo di vita era chiaramente affermato. Dato che mi è sempre piaciuto scrivere e aiutare gli altri a trasformare le loro vite, ho creato un business online basato sul mio blog, Love in Action di Cintia, e ho iniziato a lavorare come allenatore.

Tutto ciò mi permette di fare mille cose che Ho sempre desiderato fare: tenere lezioni, creare i miei corsi online, fare interviste per diffondere il mio messaggio, organizzare workshop e seminari online, organizzare viaggi di gruppo consapevoli, scrivere libri per continuare a svegliare più persone … e una lunga eccetera !

Iniziare a lavorare per me stesso mi ha fatto capire l’assurdità di trascorrere una vita lavorando per soddisfare i bisogni e i sogni degli altri. Da quel momento ho deciso che avrebbe funzionato solo per me e aiutato gli altri a essere più liberi.

Pertanto, ho preso una decisione molto importante e certamente non convenzionale: non voglio essere un funzionario e tornare a scuola.

Arrivederci al mio salario Nescafé!

Non voglio lasciare il futuro della mia vita nelle mani del governo e di quattro politici corrotti e corrotti, poiché mi sono reso conto che tutto ciò che non faccio per me stesso nessuno lo farà.

Il prezzo da pagare è che sono passato dall’addebito di 1600 euro al mese per vivere a lungo in una situazione di instabilità economica mentre riesco a far funzionare la mia attività, ma il sogno di pensare di diventare una persona libera affronta questo nuovo stadio con la massima forza ed entusiasmo.

Nel mio modo di vedere il mondo

Infine, essere fuori dal sistema vivendo la mia vita in un modo autentico e ascoltando i messaggi della mia anima per radicalmente il mio modo di vedere il mondo.

Ho capito che è importante (e molto necessario) prendere le distanze dal sistema per sapere chi siamo veramente.

Vedere tutto da fuori, Vedo chiaramente che c’è una grande cospirazione tra i leader che governano il mondo, che sono interessati solo a intrattenerti, tenendoti occupato, indottrinandoti e consumandoti per continuare a nutrire il sistema capitalista.

Nel frattempo, stiamo perdendo il nostro potere e il controllo delle nostre vite.

E io, ogni giorno, ho più chiaro che non voglio continuare a giocare a questo gioco e che, per quanto possibile, creerò le mie regole per vivere secondo i miei valori e con integrità totale.

***

In breve: prendere un anno sabbatico mi ha cambiato la vita.

È proprio quello di cui avevo bisogno per conoscere davvero me stesso, per scoprire cosa volevo fare della mia vita. andato, dargli un senso ed essere di nuovo felice. E potrebbe anche essere quello di cui hai bisogno.

Pertanto, in questo articolo ho intenzione di spiegare esattamente che anno sabbatico è, come sapere se è quello che ti serve e quali passi dovresti prendere in caso Alla fine decido di seguire i miei passi 🙂

Quello che è davvero un anno sabbatico

Un anno sabbatico è un anno che ti dai al lavoro, allo studio o alla routine quotidiana per un po ‘, per fare altre cose che ti piace e che tornerà positivamente nella tua vita e nel tuo futuro, ad esempio:

  • Dedica tempo alla tua crescita personale
  • Rifletti su quali cambiamenti hai bisogno o cosa puoi fare con la tua vita
  • Dedica te stesso alle attività che a loro piace e per il quale nella tua vita quotidiana non hai tempo
  • Viaggiare e conoscere il mondo
  • Reinventarsi sia personalmente che professionalmente
  • Smettere di vivere una vita di routine per conoscersi in altri aspetti

che t che fai durante il sabbatico è il vostro business, ma insisto sul fatto che si dà il un approccio sabbatico alla crescita personale. [19659004] Perché? Beh, perché corri il rischio di andartene, trascorri un anno fantastico, incontra molte persone e vedi molti posti interessanti, ma ritorna “a mani vuote”, nello stesso posto e nella stessa routine di sempre.

Se non ritorni dopo aver subito un processo di trasformazione interiore, non dubitare che la tua vita rimarrà la stessa di prima.

La chiave è che ti chiedi: cosa voglio? Qual è la mia priorità n. 1? Qual è il cambiamento di vita con cui sogno?

La maggior parte delle persone decide di usare quell’anno sabbatico per andare in viaggio, come abbiamo fatto per esempio Angel o me. Ma voglio che tu sia chiaro che andare in Thailandia come backpacker non è l’unica opzione. Non molto meno!

Non devi fare un viaggio e non devi andare in Asia, se questo non è il tuo grande desiderio. Ci sono mille opzioni, con e senza un viaggio, tutte assolutamente valide. Devi scoprire ciò che è tuo.

Ecco alcune proposte per attività che potresti dedicare durante il tuo anno sabbatico:

  • Approfondisci la tua crescita personale (leggendo libri, prendi tempo per la meditazione, partecipando ai seminari e conferenze, scrivendo un diario personale …)
  • Allenarsi nel massaggio thailandese o ayurvedico, studiare cucina, ottenere il titolo di istruttore subacqueo …
  • Ripensare il tuo futuro professionale (decidere se vuoi lasciare il tuo lavoro o no, se vuoi continuare dedicandoti alla stessa cosa ma in un’altra azienda o luogo, se ti piace il settore per cui lavori, ma vuoi fare un cambio di lavoro, considera l’opzione di iniziare la tua attività …)
  • Volontariato a livello internazionale o nella tua città [19659082] Dedicati a crescere i tuoi figli oa prendersi cura dei tuoi genitori
  • Scrivere un libro
  • Trascorrere una stagione in un’altra città
  • Godersi una borsa di studio
  • Ded prendi tempo per qualcosa che ti piace, ad esempio, artigianato, arte, musica …
  • Riposati, prenditi cura della tua salute, fai sport …
 Godendo il mio anno sabbatico mentre viaggio.

Qualunque piano tu scelga per il tuo anno sabbatico, questo ti permetterà di fare il tempo realtà tutti quei sogni che hai fin dall’infanzia e fai importanti cambiamenti nella tua vita per portarti alla libertà e alla felicità che meriti.

Anche se la maggior parte delle persone che prendono un anno sabbatico lo fanno prima che inizino il college, Penso che dovresti prenderlo nel momento in cui lo senti, indipendentemente dalla tua età o dallo stato professionale.

L’importante è vivere una vita diversa, anche se solo per un po ‘.

È essenziale disintossicare tutti loro. Le convinzioni limitanti che hai “risucchiato” dal piccolo così non diventi una pecora e fai quello che fanno tutti senza chiedersi perché

Chiarisci anche che un anno sabbatico non deve necessariamente essere un year

Il tuo “anno sabbatico” può durare 9 mesi, mezzo anno, 3 mesi o 2 anni, e in tutti i casi sono sicuro che segnerà un prima e un dopo.

Secondo me, Ti consiglio che più a lungo sei fuori, meglio è. Avrai tempo per mettere in discussione più cose e i cambiamenti saranno più profondi se andrai un anno che se vai tre mesi.

Ma prima della tessitura di non partire, o lasciare un breve periodo, senza dubbio … vai via!

sono i benefici che un anno sabbatico può portarti

Prendere un anno sabbatico può aiutarti a trovare la soluzione a molti dei tuoi problemi e può portarti molti vantaggi

Questi sono i più importanti:

] Conosci te stesso, scopri chi sei e decidi dove dirigere la tua vita

Potresti trovarti in una situazione in cui hai a disposizione diverse opzioni ma non sai quale scegliere, e questo ti sta causando molto di dubbi e ansietà.

Hai la sensazione che devi prendere un po ‘di tempo per scoprire dove vuoi andare nella tua vita. Tuttavia, tutto si muove troppo velocemente e ti sembra impossibile trovare un momento per fermarti e riflettere sul tuo futuro.

In tal caso, un anno sabbatico potrebbe essere quello di cui hai bisogno, dal momento che ti darà tutto il tempo del mondo per immergerti nel tuo mondo interiore, scopri chi sei e affronta tutti quei problemi che hai trascinato per anni e che non hai ancora risolto.

Un recente studio dell’American Gap Association afferma che gli studenti che hanno preso un anno sabbatico prima di iniziare il L’università non mostra solo risultati migliori nei suoi registri accademici, ma il 75% si dichiara più felice con le loro vite e affrontando il loro futuro post-universitario con maggiore ottimismo.

E, come dico sempre, trova la risposta al Domanda “Chi sono io?” È un fattore chiave che ti porterà direttamente alla felicità.

Impara tutto ciò che imparerai mai al college, sviluppa i tuoi talenti e nvertirte in a genio

Tutto ciò che apprendi al college sono contenuti accademici, molto spesso non molto utili per la vita reale.

Ciò che è veramente importante non è appreso al college, ma per strada, fare jogging molto e affrontarti tu solo alle situazioni che la vita ti metterà di fronte.

Sono stato un insegnante di scuola elementare e ho anche studiato due lauree e una laurea, so molto bene di cosa sto parlando

Il sistema educativo non educa ciò che è veramente importante: cioè nella gestione delle emozioni, nella profonda e vera auto-conoscenza di chi siamo, nel controllo della nostra mente e, peggio di tutto, nel pensiero creativo, critico e divergente.

Credo che “devi uscire da lì” prima che il sistema ti influisca così tanto da finire per credere tutto.

Perciò, prendi quell’anno sabbatico e tira fuori il genio che porti dentro!

Leggi, continua conversazioni profu Con altre persone che ti stimolano intellettualmente, prenditi del tempo per suonare quello strumento che ti piace così tanto, coinvolgiti attivamente nella costruzione di una società migliore, mostra al mondo le tue capacità di leadership … risplendi!

E quando ritorni, il tuo esempio sarà il meglio che puoi offrirci tutti.

Borregos ci sono già alcuni miliardi. Abbiamo bisogno di leader più positivi come te per ispirare il mondo!

Smetti di essere chi sei, costruisci un nuovo sé e fai un cambiamento di vita che ti segnerà per sempre

C’è una teoria schiacciante che devi capire: se non lasci vai il vecchio, il nuovo non può entrare.

Quella persona che sei ora deve morire (metaforicamente) per far nascere il tuo nuovo io.

Ti ricordi quando ti ho detto nella mia storia che dovevo anche iniziare a metterlo in discussione? tutto e lasciare andare le vecchie convinzioni?

Bene.

La stessa cosa accadde ad Angel quando lasciò il lavoro a Microsoft per andare in giro per il mondo; la stessa cosa è successa a molti imprenditori che ho incontrato che hanno lasciato il loro lavoro per reinventarsi anche nel mondo del business online, del blog e del coaching; e lo stesso è quello che mi è successo e ti sto raccontando in questa storia

Abbandona il più possibile e apriti al nuovo, qualunque cosa debba venire.

Avviso ai navigatori: questo processo può darti una paura orribile, perché senti che stai cambiando così tanto, che a volte non ti riconosci. Se fa male, vai avanti, sei sulla strada giusta 🙂

Come sapere se hai bisogno di prendere il periodo sabbatico

Come puoi vedere, prendere un anno sabbatico ha molti vantaggi e può segnare un prima e un dopo in la tua vita.

Tuttavia, potresti non essere ancora sicuro se questo è ciò che ti serve nella tua situazione attuale.

Per sapere, la prima domanda che devi porci quando inizi a chiederti se quel anno sabbatico è Una buona opzione per te o no, è questa: Vuoi prendere un anno sabbatico con tutta la tua anima?

Se la tua risposta è “sì”, allora, senza dubbio, sarà una buona opzione per te perché per qualsiasi motivo c’è qualcosa dentro di te che ti sta chiamando profondamente per vivere quell’esperienza.

E puoi star sicuro che durante questo tempo imparerai molte cose importanti per il tuo sviluppo personale.

, un anno sabbatico è un b opzione uena per te se …

  • Vuoi vivere nuove esperienze e senti che la tua vita quotidiana non lo consente
  • Il tuo lavoro non ti riempie, non ti vedi lavorare fino a quando non ti ritiri e hai bisogno di reinventarti professionalmente
  • Senti di esserti sistemato in una routine di vita e di odiarlo
  • Ami viaggiare, ma non hai il tempo di viaggiare quanto vorresti
  • Ti senti come se volessi fare mille cose e avere mille progetti, ma li rinvii l’uno e l’altro Non hai tempo per questo
  • Vuoi conoscerti di più e sei disposto a entrare in
  • Sei “bruciato” con la società, non ti identifichi con ciò che ti circonda e devi apportare modifiche nella tua vita, ma ancora non sai da dove cominciare
  • Hai finito il liceo e non sai cosa studiare o se vuoi andare all’università
  • Senti che la tua famiglia, il tuo partner oi tuoi amici ti influenzano troppo percorso che vogliono che tu segua e vuoi darti un po ‘di tempo per conoscere te stesso, rafforzarti interiormente e trovare il tuo

Come puoi vedere, un anno sabbatico è qualcosa di molto necessario per la maggior parte delle persone, e non si adatta il minimo dubbio che se alla fine decidi di prenderlo, anche tu sarai grande.

Le paure e le convinzioni limitanti che possono sorgere e come superarle

Con l’idea di prendere un anno sabbatico, è più probabile che sorgono tutti i tipi di paure. Dopotutto, stai pensando di lasciare la tua zona di comfort e di fare qualcosa di nuovo.

Io dico sempre che devi imparare a fermare i tuoi piedi dalla paura: il più grande serial killer che esiste, altrimenti finirai per

Queste sono alcune delle paure che dovrai affrontare e alcuni suggerimenti per superarle.

Paura di non avere uno stipendio e di lasciare il tuo lavoro

Uno dei problemi che molte persone hanno al momento di prendere un anno sabbatico è che non hanno abbastanza soldi.

Capisco che questo tema ti preoccupi anche tu, ma ora quello che faremo sarà focalizzarci sulle soluzioni e ampliare la visione riguardo al tema del denaro per essere in grado di vederlo da altre prospettive.

Ovviamente, a seconda delle circostanze personali, sarà più facile o più difficile a questo riguardo.

Ma, in ogni caso, voglio che tu sappia che il tuo atteggiamento è ciò che che determinerà il risultato finale

Ho una conoscenza di quasi quarant’anni che da anni dice di voler lasciare la casa dei suoi genitori e comprare un appartamento da solo.

Questo ragazzo non ha problemi finanziari perché vive tutta la vita nella sua casa. i suoi genitori sono stati in grado di salvare e lui stesso ha confessato di avere abbastanza soldi in banca per comprare un appartamento “una tessera di toca” o dare un ingresso più che generoso.

Dopo molti anni dicendo che vuole andare, visitare appartamenti e salvando … perché non l’ha ancora fatto?

Bene, perché il suo atteggiamento non è quello giusto. Le sue paure sono più di lui e lui preferisce rimanere nella sua zona di conforto.

Questo è quello che ti dico così che hai in mente che a volte avere i soldi, o il supporto, o le circostanze ideali, non è tutto. Se la tua mente ti tradisce, la cosa essenziale ti delude.

Pertanto, con un cambio di mentalità, realizzerai tutto ciò a cui pensi.

Per questo, ti consiglio di iniziare a leggere libri, guardare video su YouTube o partecipare a workshop e conferenze per allenarti nella libertà finanziaria.

Ecco alcune proposte:

Oltre a questo reset delle credenze limitanti, e più a livello pratico, cosa puoi fare?

] Beh, la cosa più importante è che puoi risparmiare come un disperato.

Vale a dire che minimizzi le tue spese e aumenti le tue fonti di reddito (il più possibile).

Se ciò che realmente vuoi che sia un anno sabbatico, ti toccherà stringere la cintura e fare a meno di molte cose che forse ora pensi di aver bisogno “ma dovresti dimettermi se quello che vuoi veramente è risparmiare denaro e andartene.

Non c’è altro rimedio, amico mio !

Per quanto riguarda il soggetto di dej il tuo lavoro (per chi ha), sarò un po ‘radicale:

Parti senza paura! Con un paio di nasi!

Ma sì, non andartene finché non avrai risparmiato tutti i soldi di cui hai bisogno. Una volta che lo hai, il mio consiglio è che ti butti e lo lasci.

Molte persone chiedono: e se io lasciassi questo lavoro e poi non ne trovo un altro?

Di solito rispondo: pensi davvero che Al tuo ritorno non ci sarà altro lavoro per te?

Questo articolo di El País intitolato “Come un anno sabbatico moltiplicherà le tue opzioni di lavoro” spiega che le aziende ricevono sempre più curriculum di candidati con ampi studi e domini linguistici, e che valutano sempre più le soft skills o “soft skills”, come: capacità di leadership, abilità comunicative, flessibilità e capacità di improvvisare, abilità di lavoro di squadra …

Questo è il tipo di abilità che si sviluppano viaggiando e affrontando situazioni diverse, e per questo motivo, avere un “anno sabbatico” sul tuo curriculum è qualcosa che è apprezzato oggi.

Come puoi vedere, prendi un anno sabbatico non solo non rovinerà il tuo futuro di lavoro, ma aprirà le porte a nuove opportunità, e in aggiunta a ciò ti permetterà di sviluppare la qualità più importante di cui hai bisogno per avere successo.

E se queste nuove opportunità di lavoro non si aprissero? Stai aspettando?

Bene, ancora una volta, come ho già parlato di questo in altre materie, il mondo non finirebbe qui e non sarebbe neanche un dramma. Dovresti ricominciare a cercare lavoro, e il gioco è fatto.

In sintesi, il mio piano d’azione sarebbe: decidi quanto più tempo devi continuare a lavorare per risparmiare i soldi di cui hai bisogno e quando è il momento giusto, entra nell’ufficio di il tuo capo e comunica i tuoi piani

Non c’è altro.

Paura di dire alla tua famiglia

Cosa mi diranno? La mia decisione sembrerà buona? Che cosa succede se si arrabbiano con me?

Un altro piccolo bugger

Superare la paura di deludere i nostri genitori per non essere quello che si aspettano da noi è una grande sfida.

Ma devi andare all’idea di che ogni persona è un mondo e che ci saranno parenti stretti che non approveranno la tua decisione o si congratuleranno con te per il tuo coraggio.

Ti consiglio di dire alla tua famiglia quando hai progettato tutto il piano (ora ti dirò di più in dettagli come puoi farlo), in modo che vedano che hai idee chiare e che non prendi decisioni affrettate senza pensarci.

Avanti, mostra loro che non sei un bambino.

Quando comunichi loro la decisione i tuoi genitori, cerca di dimostrarti sicuro di te stesso e, soprattutto, piantalo in modo che non sembri che chiedi il permesso: stai semplicemente comunicando la tua decisione.

Non dimenticare che i tuoi genitori vogliono il meglio per tu e cosa Più vogliono che tu sia sicuro e niente ti accade!

Quando mettono ostacoli sulla loro strada, quello che ti stanno mostrando è il loro amore per te (anche se è difficile per te vederlo in quel modo).

Sii un po ‘furbo quando ti avvicini a questo Conversazione

Vedrai che il risultato dipenderà molto dal modo in cui ti avvicini e dal tuo stato emotivo.

Paura di quello che diranno

Recentemente ho letto un articolo molto interessante che potrebbe essere riassunto nel Frase successiva:

Non chiedere opinioni a nessuno che non sia un esperto in materia o che non sappia a cosa serve la tua proposta.

Ad esempio: se vuoi aprire un’attività online e chiedi ai tuoi genitori “opinione” e amici che non hanno una maledetta idea di business, il marketing online e questi argomenti … cosa pensi che te lo diranno? Che sei pazzo, che il piatto sta andando via, che è molto rischioso, che con la crisi che c’è … e cose del genere.

Il mio consiglio, quindi, è che non hai troppo in mente cosa pensa la gente del tuo ambiente, dal momento che è molto probabile che non abbiano mai trascorso un anno sabbatico. In molti casi, consapevolmente o inconsciamente, proietteranno le loro paure, gelosie, invidia o le proprie frustrazioni, quindi non sono buoni consiglieri

Invece, parlate con altri che hanno già fatto qualcosa di simile a ciò che hanno fatto. vuoi fare, con i viaggiatori o con gruppi di persone legate al tuo modo di pensare.

Sicuramente i tuoi consigli saranno molto più realistici e più utili per te.

Paura di essere troppo vecchio

Mentre sei dal vivo non ti arrendere mai

Secondo me, non sei mai troppo vecchio. Se per qualsiasi motivo non l’hai preso per un anno sabbatico prima di entrare nel sindacato con ventuno anni, prendilo il prima possibile!

Come ti ho detto, l’ho preso quando avevo 33 anni che secondo il sociale era già “troppo grande” per andare in giro a fare cose pazze per il mondo, e più essere una donna.

 

Vado in Africa

Per 5 anni, ogni estate viaggio con un gruppo di amici di Madrid, e dato che siamo stati più volte in Asia e Sud America, questo 2017 abbiamo deciso di andare in Africa.

Il percorso che faremo è il seguente:

  • Inizieremo con un safari di 7 giorni per i parchi più importanti del Kenya
  • Poi saliremo in cima al Kilimangiaro, a quasi 6.000 metri di altezza
  • Finiremo il percorso godendoci una settimana di relax sulle spiagge di Zanzibar, in Tanzania

La ​​verità è che sono molto entusiasta di questo viaggio, ma allo stesso tempo un po ‘nervoso perché non sono mai stato in Africa nera e ho molto rispetto per questo (ero in Sud Africa, ma è un altro rotolo).

Inoltre, non so come reagirò all’altitudine o come si sentirà il famoso Malarone, che sono molto pessimo per le medicine … [19659002] Quindi, se sei già stato a Terre africane e tu hai esperienza con queste cose, apprezzo qualsiasi consiglio o raccomandazione che puoi darmi

L’altra grande novità è che per la prima volta da quando sono diventato un nomade digitale non porterò il laptop con me

In questi ultimi 3 mesi ho lavorato duramente, e ho bisogno di qualche giorno di disconnessione per riposarmi, leggere romanzi gialli e giocare a pocha.

Adri sarà responsabile di tutto, e tornerò a metà settembre con le batterie cariche

A parte questo, ci sono alcune cose che voglio dirti:

  • Ho lavorato su un nuovo post epico per un po ‘e volevo pubblicarlo appena prima di partire, ma per me era impossibile

    Qualche giorno fa stavamo rivedendo ciò che era stato scritto e siamo arrivati ​​alla conclusione che c’erano cose che non erano del tutto chiare e necessitavano di miglioramenti, quindi ne ha ancora alcune s hours

    Continuerò con una nuova mente al mio ritorno!

  •  

    Parlare del processo per creare “cose” (libri, canzoni, film, prodotti …) che dura la prova del tempo e continua a vendere per anni, e la verità è che la strategia corrisponde alla mia filosofia quando si tratta di scrivere post o di lanciare nuovi corsi.

    Se sei un “creatore” e conosci l’inglese, penso

  •  

    Vi informeremo in tempo utile su eventuali nuovi sviluppi

  • Uno dei miei obiettivi per il 2017 è migliorare la mia flessibilità / mobilità.

    Stavo cercando qualcosa di semplice, che non richiedeva più di 30 minuti e che ha dato buoni risultati, e dopo molte ricerche l’ho finalmente trovato (grazie Fran per la raccomandazione!).

    Si chiama RomWOD (ROM == Range of Movement) ed è una ragnatela di routine guidate di 20 minuti di mobilità.

    Usano tratti passivi di lunga durata (2-4 minuti per postura) per migliorare la flessibilità e la mobilità in tutto il corpo, la stessa filosofia Yin Yoga di cui Caro Chan ha parlato recentemente e quanto bene funziona per lui, e pubblicano un nuovo video ogni giorno.

    Gli esercizi sono sempre diversi, quindi è molto divertente, e tutto ciò di cui hai bisogno è un tappetino e segui le istruzioni che ti vengono date.

    Il prezzo è anche molto conveniente: $ 13,95 a mese. Molto meno di uno studio di yoga.

  • Anche se non porterò il mio portatile in Africa, prenderò il mio cellulare per scattare foto e inviare Whatsapps a mia madre.

    Ho intenzione di caricarne alcuni. Quelle foto su Facebook, quindi se sei interessato a vedere come sto, puoi seguirmi qui:

 

 

 

 

Proprietà in vendita e in affitto

Proprietà in vendita e in affitto per comune, un SEO migliore per il nostro cliente

Siamo incaricati dello sviluppo di 7 pagine relative a Real Property . In questi sono pubblicati in ciascuno di essi Proprietà in vendita e in leasing, settoriali per comune.

Con questo, Real Property Chile cerca di avere più traffico organico, basato su più link di migliore qualità. In questo modo, hai un SEO migliore

Già nell’URL le parole Proprietà Vendite  che migliora l’indicizzazione del motore di ricerca e il suo facile riconoscimento per una ricerca futura.

Inoltre, i social network di ciascuna delle pagine vengono gestiti, attaccando direttamente il pubblico interessato in ogni comune. Mostrano blog, link e ricerche rapide di ogni comune.

Visitate ciascuno di loro e vedete il vantaggio di creare questo tipo di pagine e pubblicare con Real Property Chile.

 

In conclusione Con questa creazione di backlink amichevoli generiamo un SEO migliore per Real Property e i tuoi clienti saranno più felici in quanto avranno più possibilità di essere contattati.