Affinché i bambini possano sviluppare tutte le loro potenzialità a livello fisico, sensoriale, emotivo e cognitivo, l’asilo nido Torino rappresenta un ruolo importante nello stimolare i loro bambini fin dalla tenera età, attraverso attività che vanno dalla lettura una storia, una breve sessione di massaggi, carezze e coccole, e giochi con oggetti semplici come uno specchio o una palla, fino alle uscite per giocare nel parco, fare disegni o godersi un gioco da tavolo.

1. Un connubio interessante e stimolante

I genitori e gli operatori dell’asilo nido sono gli attori principali quando si tratta di promuovere lo sviluppo dei processi emotivi, cognitivi e psicomotori dei loro figli nei primi anni di vita. In effetti, il loro accompagnamento fin dalla nascita con parole di incoraggiamento, visualizzazioni emotive e frasi che valorizzano i loro sforzi, li incoraggia a continuare a migliorare ea mostrare loro che dietro di loro c’è qualcuno che si fida delle proprie capacità.

Questo è essenziale affinché il bambino si senta sicuro di sviluppare il suo pieno potenziale ogni giorno. Pertanto, i genitori devono assicurarsi che nella routine, dal cambio del pannolino del bambino a quando sei pronto per camminare e poi andare a scuola, tutti i momenti che condividi fanno parte di un gioco di esplorazione e auto-conoscenza nel che il bambino è facilitato a scoprire il loro ambiente e sentirsi sicuro. Questo, in futuro, sarà favorevole ai suoi processi di autonomia e crescita.

2. Dai primi giorni

Uno dei primi modi per stimolarlo è ricorrere a massaggi, che stabiliscono un contatto pelle a pelle attraverso il quale viene rafforzato il legame con i genitori; la sicurezza, la tranquillità e la fiducia in se stessi del bambino sono aumentate, mentre viene permesso di sentire e scoprire ciascuna delle aree del suo corpo, purché sia ​​parlato e toccato con amore.

Nei mesi successivi, la stimolazione sensoriale dovrebbe essere facilitata attraverso l’esplorazione di più trame, suoni e immagini, attraverso giochi con oggetti semplici, esercizi di coordinazione del corpo e attività che lo aiutano a riconoscersi come essere unico nel mondo. mondo. Questo può essere guardato allo specchio o sentire che è chiamato con il suo nome.

3. Per conoscere gli altri e se stessi

Un altro ambito che richiede grandi stimoli è il socio-affettivo, che sono le esperienze affettive e di socializzazione che permettono al bambino di sentirsi sicuro e in grado di relazionarsi con gli altri alcune regole comuni. Durante il processo di sviluppo tra 0 mesi e 10 anni, ci sono diversi momenti che sono mediati dai tipi di ambienti di comunicazione e fiducia che i genitori o gli operatori sanitari primari stabiliscono con il bambino.

Ciò consente loro di essere sempre vicini, di dare al bambino il suo sostegno in situazioni che percepisce come frustranti e stressanti, o quelle che generano paura e insicurezza. Ciò facilita la capacità del bambino di affrontare tali esperienze in modo sano, esprime le loro emozioni e cerca di trovare soluzioni ai conflitti che si presentano.

4. Per muovere il corpo

Il movimento grossolano ha a che fare con i grandi movimenti del corpo, delle sue gambe e delle sue braccia, oltre ai cambiamenti di posizione e alla capacità di mantenere l’equilibrio; vale a dire, sono le abilità che il bambino sta per muovere e controllare la propria forza, agilità e velocità, e quindi sono di vitale importanza nella crescita integrale del bambino. In questo senso, le attività di stimolazione dovrebbero, in ogni fase, assicurare che il bambino compia movimenti di tutte le parti del suo corpo.

Per fare questo, devi dedicare del tempo per andare al parco, giocare con una palla, saltare l’arco e fare giochi di equilibrio che richiedono al bambino uno sforzo fisico, così come il coordinamento tra le loro membra o arti. Allo stesso modo, è fondamentale motivare il bambino a manipolare giocattoli di diverse forme, dimensioni e trame, per portarli da una parte all’altra e trascinarli o spingerli, per raggiungere cose che si trovano a diverse altezze, tra gli altri esercizi.

5. I libri, i migliori alleati

Sin da prima della nascita, i bambini possono già avere contatti con la lettura. E che cosa migliore di questo è attraverso la voce di sua mamma o papà, che può leggere o raccontare storie con tutto il loro amore e amore.

Inoltre, anche senza sapere come leggere, i bambini possono essere in contatto con libri facili da manipolare, con molte illustrazioni e che possono sfogliare a volontà. Pertanto, affinché il bambino di oggi diventi un buon lettore domani, l’esempio dovrebbe iniziare a casa. Se i bambini e i bambini vedono i loro genitori leggere piacevolmente e come abitudine quotidiana, apprezzeranno anche i libri. In questo senso, è consigliabile riservare un orario per la sessione di lettura ogni giorno e lasciare che il bambino scelga il libro che desidera leggere.

6. Imparare con precisione

Lo sviluppo delle capacità motorie fini è un altro dei campi decisivi per il bambino. Diventa presente quando il bambino scopre le sue mani, inizia a toccare gli oggetti nel suo ambiente e manipola l’ambiente circostante con maggiore precisione. In realtà, questo è legato alla coordinazione tra gli occhi e le mani.

È fondamentale che i genitori stimolino l’acquisizione della capacità di ‘pinza’, questa è la presa di tre punti (pollice, indice e medio), che possono promuovere aiutandolo a tenere correttamente un pennarello e incoraggiarlo a continuare a delineare o disegnare figure, per allacciare e sbottonare i bottoni della camicia, per alzare la cerniera o legare i lacci. Allo stesso modo, dai 4 anni in poi, i genitori possono incitare i loro figli a ritagliare e incollare figure, sviluppare semplici mestieri e mettere insieme puzzle o figure con le carte.

7. Tempo di numeri e lettere!

L’area cognitiva è ciò che permette al bambino di comprendere e mettere in relazione concetti, risolvere problemi e adattarsi a nuove situazioni attraverso l’uso del pensiero e l’interazione diretta con gli oggetti e con il mondo che lo circonda. Affinché lo sviluppo di questa area si verifichi, il bambino ha bisogno di esperienze che elevano i loro livelli di pensiero e la loro capacità di ragionare, concentrarsi e seguire le istruzioni, ciò che accade dai primi mesi di vita e che evolve e diventa più complesso con il passare del tempo. .

Questo fino a quando, nella fase scolastica, il bambino acquisisce abilità e abilità specifiche in matematica e alfabetizzazione, che gli permettono di sviluppare processi cognitivi che strutturano il suo pensiero. Questa area può essere stimolata attraverso giochi che implicano che il bambino presti attenzione, si concentri e faccia memoria; esaminare forme, dimensioni e colori; raccontare o descrivere oggetti o porre semplici domande sulle loro attività quotidiane o su ciò che osservano attorno a loro.

8. Ballare e cantare per stimolare i sensi

La musica influisce su varie aree dello sviluppo dei bambini e li aiuta a sviluppare abilità basate sulla differenziazione tra suoni, ritmi e movimenti. Ecco perché gli esperti di stimolazione si distinguono come uno dei migliori stimolanti.

L’iniziazione musicale può iniziare nella fase di gestazione, quando la madre ascolta la musica che canta sulla sua pancia. Infatti, il primo organo di un bambino che si sviluppa è l’orecchio, così che il battito del cuore, il respiro e la voce della madre sono le prime composizioni musicali che il bambino ascolta.

9. Macchie e disegni, colorata creatività

La pittura stimola la creatività, la sensibilità e la comunicazione; Aumenta anche la capacità di concentrazione e di espressione nei bambini, diminuisce l’ansia e aiuta ad esprimere paure e aspettative. A livello fisico, il disegno aiuta a migliorare le abilità manuali, in particolare le capacità motorie, e migliora anche la percezione di spazio, trame e colori.

In questo senso, i genitori possono incoraggiare i propri figli a disegnare certe forme o animali, offrendo supporto e senza pressioni o limiti. Dovrebbero essere autorizzati a scegliere i colori che vogliono e a fare i loro modi per esplorare la loro immaginazione e creatività. Per i bambini tra i 3 e i 5 anni, una delle alternative è il libro da colorare, che è preparato per dipingere e trovare riferimenti tra fiori, animali e personaggi.

10. Sperimentare il quotidiano, un altro modo di apprendere

Praticamente tutte le attività di un bambino in formazione stimoleranno in una certa misura lo sviluppo delle loro capacità future, in modo che diversi esperti concordino che lo stimolo arriva al piccolo in modo naturale. Il ruolo dei genitori è quello di accompagnarlo su questo percorso e facilitare il processo, rendendo le attività più semplici e quotidiane diventare giochi di esplorazione.

Pertanto, un buon modo per incoraggiarlo è partecipare alle attività quotidiane come piegare i vestiti, riporre le cose nei cassetti, preparare le ricette, lavare i piatti e organizzare la tua stanza, poiché in questo processo avrai sperimentato diverse trame e forme, avrai incontrato problemi e soluzioni e hai avuto la possibilità di interagire con ruolo adulto, qualcosa che suscita una grande curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *