Oggi ci sono numerose attività online che puoi iniziare con pochissime risorse e conoscenze precedenti.

Te lo dico, cosa fa Ho lavorato come architetto per 4 anni e ho avuto zero esperienze su Internet, e da allora ho tentato la fortuna con 6 diversi tipi di imprese.

Anche se con alcuni di loro ho fatto meglio che con altri, il risultato è stato che sono passato … [19659006] Da essere impiegato per essere autonomo

  • Da avere un programma fisso per lavorare in qualsiasi momento
  • Seguire gli ordini di un capo, avviare i miei progetti
  • Andare ogni mattina in ufficio, lavorare da dove vuoi
  • E guadagnare abbastanza da vivere, avere abbastanza soldi per trasferirmi a Barcellona con la mia ragazza, reinvestirmi nella mia azienda e procurarmi ancora dei soldi per salvare

 

Se stai leggendo questo post, sicuramente tu anche sognare con fare qualcosa di simile. Tuttavia, ti dico che lo farai già quando avrai una buona idea, quando imparerai di più sul mondo online o quando la lotteria ti tocca.

Tutto è una scusa.

Avere un business online e ottenere quello che che ho raggiunto, non è necessario avere un’idea geniale, una grande conoscenza precedente o un grosso budget.

Tutto ciò che serve è avviare e iniziare, e la strada sarà aperta .

] In questo post ho intenzione di mostrarti che quello che dico è vero, raccontandoti in dettaglio la mia carriera da quando ho sentito parlare del business online, fino ad oggi, che posso vivere esclusivamente da questo e sono libero di fare ciò che voglio fare in qualsiasi momento della giornata, ogni giorno della settimana.

Inoltre, condividerò con voi quello che ho imparato in questi anni su ciascuno di questi modelli di business, in modo che se decidi di iniziare uno di loro, inizi con il vantaggio e non comete lo stesso errore s che ho commesso ai suoi tempi.

Voglio sottolineare che tutti i progetti che citerò di seguito sono progetti che potresti iniziare oggi con zero conoscenze e pochi euro (tranne l’ultimo, che richiede un investimento precedente)

Il mio obiettivo è presentarvi alcune delle opzioni che avete a vostra disposizione e condividere con voi la mia esperienza con ciascuna di esse in modo che possiate avere un’idea di cosa aspettarsi se avete scelto uno di questi percorsi, sappi quali sono i primi passi che dovresti prendere in ogni caso e ti lanci subito per creare il tuo business online.

La mia carriera di imprenditore: i 6 tipi di attività su Internet che ho provato negli ultimi 4 anni [19659020] Business # 1 – Blog personale

Nel gennaio del 2014 vivevo una vita convenzionale.

Ho vissuto come molti altri spagnoli all’estero, lavorando come architetto in una compagnia in Svizzera.

Mis c Le condizioni lavorative sono state molto buone: ho lavorato dal lunedì al mercoledì, ho addebitato più del necessario per vivere bene e avevo anche soldi rimasti per salvare.

Tuttavia, non ero soddisfatto.

Anche se la filosofia dell’azienda Mi è piaciuto e i progetti erano interessanti, mi sentivo chiuso tra quattro mura e costretto a rispettare un programma. E la cosa più frustrante è che non sono riuscito a trovare un’alternativa per uscire da lì.

Un giorno, guardando il mio Facebook, ho visto che qualcuno aveva condiviso un post in cui un certo Angelo Alegre ha spiegato come ha creato un passivo business online per viaggiare by the world.

Il titolo attirò la mia attenzione e decisi di cliccare, e non appena ho iniziato a leggere ero bloccato sullo schermo.

Non potevo credere che ci fosse quello che chiamava reddito passivo. ] Come è possibile lavorare solo una volta per creare una pagina web e generare entrate in modo costante e automatico anche dopo anni di completamento?

In quel momento l’ho visto molto chiaramente: Ho dovuto prendere lo stesso a tutti i costi .

Avevo visto in un altro post di Angel che stava già vivendo del reddito generato dal suo blog ed ero entusiasta all’idea di rendere la mia passione redditizia, così ho deciso di iniziare un blog personale.

La domanda was: about what?

Non è stato facile per me trovare un argomento che mi convincesse. Ma dopo aver riflettuto molto, ho deciso di riprendere qualcosa che avevo lasciato abbandonato e, oltre ad essere incantato, ritenevo di conoscere abbastanza bene per condividere le mie conoscenze con altre persone: il disegno tecnico.

Come avevo zero conoscenze su come assemblare un blog, avevo bisogno di due mesi per avere tutte le basi pronte:

  • 3 post pubblicati
  • Le pagine principali pubblicate: prima pagina, su di me e contatto
  • La ​​mailing list aperta e configurata
  • I conti in Elenchi di reti sociali

È stato un processo difficile in cui ho dovuto affrontare molte barriere mentali, come l’esecuzione di pagamenti via Internet per l’affitto di hosting, che era una novità per me o l’apertura di un account sui social network, che anche È stata una sfida perché l’ho sentita come un’invasione della mia vita privata.

Anche così, il 20 aprile 2014 ho aperto le porte del mio blog: 10endibujo.com

Dopo il lancio, ho Ho optato per un tasso di pubblicazione di 2 post settimanali e ho rispettato rigorosamente per mesi. Anche in estate, mentre ero in vacanza a Cadice con la mia ragazza, i post che avevo programmato in anticipo venivano pubblicati in modo rigoroso.

Inoltre, con l’intenzione di chiarire le spiegazioni di alcuni disegni e allo stesso tempo di aumentare visite, ho deciso di aprire un canale YouTube, che a luglio aveva già 7 video.

Purtroppo, nonostante i miei sforzi, il blog non è ancora decollato.

Dopo 3 mesi di installazione del web e altri 3 mesi pubblicando costantemente, il blog ha ricevuto meno di 1.000 visite al mese (circa 30 visite al giorno) e aveva solo 11 iscritti nella mailing list e 4 abbonati sul canale YouTube.

Ma la cosa più seria non era la mancanza di visibilità, ma il blog non me ne dava uno duro.

Per motivi personali ales, io e la mia ragazza avevamo deciso di lasciare la Svizzera e andare a vivere a Barcellona, ​​quindi ero senza lavoro da maggio.

La mia intenzione era di non dover più tornare al lavoro in ufficio, quindi non avevo più rimedio per bruciare tutte le cartucce e guadagnarsi da vivere online.

Ho dovuto trovare un modo per monetizzare il blog com’era.

In quel momento ho capito dov’era il problema.

Fino a quel momento In quel momento, il disegno era solo una piattaforma con cui farmi sapere, non un business. Ecco perché non stavo facendo soldi!

La realtà era che se volevo ottenere un reddito, dovevo vendere qualcosa.

Quindi, dopo aver dato qualche giro, ho deciso di vendere libri.

Business # 2 – Pubblicazione e vendita di libri elettronici

Mi sono interessato alla pubblicazione e alla vendita di ebook perché tutti i riferimenti che avevo letto fino a quel momento mi hanno fatto pensare che fosse un business in grado di segnalarmi entrate passive.

Ho dovuto lavorare solo una volta per scrivere i libri e poi potrei fare soldi con loro per anni. E dal momento che potevano essere acquistati solo attraverso Internet, l’intero processo di vendita sarebbe automatico e avrebbe un costo minimo se vendesse un’unità o ne vendesse un milione

L’unica difficoltà era, logicamente, nel trovare acquirenti, e per fortuna li avevo già in forma di lettori e seguaci del disegno.

Il mio piano era quello di coprire l’intero programma scolastico in libri diversi, in modo che se a qualcuno piacesse uno dei miei libri avrei sicuramente finito con l’acquistare gli altri, Ho deciso di iniziare con un argomento che ho trovato facile da affrontare e che di solito dà molti mal di testa agli studenti: l’omologia.

Anche se a prima vista scrivere un libro con la teoria e gli esercizi di un soggetto può sembrare semplice, la realtà è che richiede un’enorme disciplina e perseveranza al lavoro.

Il motivo è che, sebbene all’inizio pensi che tutto sia molto chiaro nella tua mente, quando devi esprimerlo o che sai in modo ben argomentato, chiaro e pedagogico ti rendi conto che devi fare un’indagine approfondita e impiegare molte ore per spiegarlo bene.

Inoltre, mentre scrivevo il libro non volevo lasciare il blog, Era la mia principale risorsa per attirare futuri acquirenti, quindi ho mantenuto il ritmo di 2 post alla settimana.

In totale, mi ci sono voluti 3 mesi di duro lavoro per scrivere il libro.

E per renderlo più completo, l’ho aggiunto al pacchetto 6 video con spiegazioni dettagliate di alcuni esercizi complessi e preparato un’immagine digitale di vendita in 3 dimensioni.

Questo è stato il risultato:Vendite dell’ebook di Paypal durante il primo mese

So che è una quantità ridicola, ma per me è stata una grande vittoria perché per la prima volta dopo 10 mesi di lavoro ero riuscito a fare soldi online e vendere un prodotto che avevo realizzato io.

Fu la dimostrazione che ciò che stavo sognando era possibile.

Incantato.

Ma ho anche capito che quella strada era difficile.

Ho dovuto lavorare molto duramente per 3 mesi per mettere un ebook in vendita a 5,90 euro e ottenere 8 vendite (2 di cui erano di mia suocera e mia madre), e nessuno lo farebbe Era chiaro che avevo bisogno di pubblicare molti più libri se volevo vivere su di esso, il che significava molti più mesi di lavoro, e al momento non avevo molto tempo.

Avevo bisogno di ottenere reddito urgente, così ho deciso di provare un nuovo modello di business di cui avevo sentito parlare molto.

Business # 3 – Pagine di nicchia

Quando ho capito che né il blog né la vendita di ebook sarebbero andati a Per dare a breve termine il livello di reddito che stavo cercando, ho iniziato a pensare a quali altri modelli di business potrei provare. E il primo che mi è venuto in mente erano le pagine di nicchia.

Era lo stesso modello di business che aveva permesso ad Angel di lasciare il suo lavoro per girare il mondo, e per quello che ha detto sul suo blog, non sembrava troppo difficile da implementare.

  1. Hai solo dovuto fare quanto segue:
    1. Creare una pagina web per analisi e consigli sui prodotti su un argomento molto specifico
    2. Includi “link di affiliazione” su Amazon ogni volta che menzioni un prodotto in uno degli articoli sul web. Un link affiliato è un link speciale che contiene il tuo identificativo, in modo che l’Amazon sappia che la persona che ha cliccato viene da te e ti paga una commissione se finisce per comprare nelle prossime 24 ore
    3. Usa le tecniche SEO posizionare il web nelle prime posizioni di Google per ricerche relative al tema e ottenere così visitatori

    Una volta assemblato, il sistema funziona automaticamente: ogni giorno ci sono persone che trovano i tuoi articoli, una parte di quelli le persone vengono in Amazon attraverso uno dei tuoi link affiliati, e quindi una piccola percentuale di acquisto, che genera una commissione.

    Ecco un esempio: debuceo.org.

    Questo modello di business è noto come marketing affiliato e sebbene a quel tempo pensassi che fosse molto allettante, l’idea di lasciare 10endibujo per promuovere prodotti a caso non mi rendeva troppo divertente. Avevo lavorato al blog e ai libri per diversi mesi, e il disegno tecnico era ancora un argomento di cui ero appassionato.

    Tuttavia, alla fine, la necessità di trovare un’azienda che funzionasse e mi fornisse un reddito era più forte del seguente la mia passione.

    In quel momento la cosa più importante per me era essere in grado di godere del tempo libero e non dover tornare a lavorare nell’ufficio di un impiegato, così ho inghiottito i miei dubbi e mi sono messo al lavoro.

    Ho lanciato Niche Site Duel di Pat Flynn e ho seguito Niche Profit Course di Chris Guthrie, le stesse risorse con cui Angel si è formato ai suoi tempi, e dopo due settimane di studio, analisi e confronto di diverse nicchie, il 28 ottobre, ho acquistato il mio secondo dominio su Internet.

    Da allora in poi, mi sono concentrato sulla pubblicazione di articoli con link di affiliazione e sull’applicazione di strategie di posizionamento, e fortunatamente i risultati non tardarono ad arrivare.

    In dicembre , solo 2 mesi dopo aver acquistato il dominio, il sito aveva 1.295 visite uniche e nel gennaio 2015 ha superato 5.000 visite mensili.

    Visite uniche in la prima web di nicchia fino a gennaio 2015

    E quella delle visite è stata molto buona …

    Ma la cosa veramente importante è stata che finalmente ho ottenuto risultati economici significativi.

    Nel mese di A dicembre il web mi ha dato 46,41 euro, mentre a gennaio ha generato 108,97 euro.
    Questi hanno già iniziato a essere numeri interessanti.

    la pagina di nicchia nel mese di gennaio 2015

    In soli 2 mesi ero riuscito a creare un sito web che generava più di 100 euro al mese, il che significava che, anche se quella pagina non mi dava più soldi, solo dovuto creare un altro 9 uguale per la portata 1000 euro al mese e poter vivere su Internet.

    E la cosa migliore è che non avevo nemmeno dedicato il 100% del mio tempo a quel progetto!

    Durante quei mesi avevo Ho scritto un secondo album da disegno che sono riuscito a mettere in vendita a gennaio (ha avuto un successo simile al primo), e inoltre ho mantenuto un tasso costante di pubblicazione sul blog.

    In effetti, la visibilità del disegno era aumentata in silenzio, ed entrambi nel novembre 2014 e gennaio 2015 il blog ha superato le 14.000 visite al mese

    Visite uniche sul blog fino a gennaio 2015

    Il fatto di aver ricevuto quasi 15.000 visitatori unici in un solo mese mi ha fatto considerare la possibilità di monetizzare quel traffico passivamente, cioè senza che io dovessi fare nulla

    . L’unico modo in cui sapevo di ottenere qualcosa del genere era attraverso la pubblicità contestuale al, quindi ho deciso di provarlo.

    Business n. 4 – Pubblicità contestuale

    La pubblicità è uno dei peggiori metodi di monetizzazione della fama su Internet. Il motivo è che è fastidioso per l’utente, fa apparire l’aspetto del web e rende l’immagine che offre meno pulita.

    Anche se tutte quelle lamentele sono vere, ho deciso di inserire annunci sulle mie pagine perché in quel momento la mia priorità era ottenere una quantità decente di denaro per vivere il prima possibile e ogni altra fonte di reddito era il benvenuto.

    Inoltre, l’ho visto come uno scambio in cui tutte le parti stavano vincendo:

    • I miei lettori stavano ancora ricevendo contenuti gratuito (e forse a volte potevano essere interessati alla pubblicità che appariva loro)
    • L’inserzionista ha ricevuto potenziali acquirenti
    • Google prende una commissione come intermediario
    • E ho preso una commissione e potrei continuare con il mio lavoro

    ] Inserire la pubblicità contestuale sui miei siti Web era molto semplice: ho appena dovuto inserire un codice in WordPress.

    Da lì, Google Adsense ha iniziato a mostrare quegli annunci che ho preso in considerazione Sarei più rilevante per i miei visitatori e ogni volta che un utente fa clic su uno prendo una piccola commissione pubblicitaria.

    Ecco un esempio:

    Esempio di pubblicità contestuale di AdSense in 10endibujo

    Oltre a ciò, ho attivato anche la pubblicità nei miei video di YouTube. In questo modo, avrei potuto ottenere un piccolo profitto da qualcosa che era già stato creato e che al momento non mi stava dando alcun beneficio.

    Con Adsense attivo sul blog e nei video, dovevo solo aspettare che il Purtroppo, non è venuto troppo …

    Durante le prime settimane ho guadagnato un massimo di 70 centesimi al giorno (e un minimo di 0).

    E nei primi 2 mesi ho accumulato un totale di 13,81 euro

    Entrate AdSense sul blog

    Sebbene questi risultati possano sembrare ridicoli, per me è stata la consapevolezza che avrei potuto monetizzare le visite e ottenere un’ulteriore fonte di reddito senza sforzo

    Ricorda che mi ci sono voluti 10 mesi di duro lavoro per ottenere il primo euro online.

    Ora, tuttavia, avevo ottenuto più di 13 euro senza sforzo, e avevo solo messo banner su alcuni pagine del blog e non mi sono preoccupato di ottimizzare le dimensioni o la posizione di esse.

    Sentivo di essere sulla strada giusta, e finalmente tutto stava cominciando a montare e le entrate per aderire.

    Ho già avuto:

    • Reddito dalla vendita di 2 libri
    • Reddito da affiliazione di Amazon
    • Reddito pubblicitario AdSense

    Anche così, entro la fine di febbraio 2015, il mio reddito totale aveva raggiunto solo 257.70 euro, una cifra molto più bassa di quella che potrei voler coprire le mie spese di soggiorno.

    Creare nuove pagine di nicchia sembrava la soluzione più ragionevole ed efficace per aumentare le mie entrate, ma anche così ci vorrebbero diversi mesi per ottenerlo e avevo bisogno di contanti rapidamente.

    Fortunatamente, in quel momento, quando ne avevo più bisogno, ricevetti una proposta che risolveva il mio problema.

    Business # 5 – Classi private online

    In seguito alla crescita di 10endraw, ciascuno vede Altre persone mi hanno contattato attraverso il blog per farmi domande sul disegno tecnico.

    Ho risposto a tutti e non ho dato molta importanza all’argomento … fino a quando alla fine di febbraio un ragazzo dei Paesi Baschi mi ha scritto dicendo che Mi piaceva il mio modo di spiegare e volevo dargli lezioni private.

    A quel tempo vivevo a Barcellona, ​​che non era esattamente vicino, quindi l’unica opzione che dovevo insegnare a quelle lezioni era di farlo online.

    Tuttavia, non ero convinto che avrebbe funzionato.

    Sapevo che era possibile insegnare le lingue su Skype, perché lo studente ha solo bisogno di ascoltare correttamente e l’immagine è utile solo per rafforzare i legami e mantenere una comunicazione più stretta

    Ma un soggetto visivo come il disegno tecnico era qualcosa di molto diverso …

    Tuttavia, ho visto questo ragazzo così convinto che ho accettato di dargli una lezione di prova. [1965900] 4] Sono andato al bazar di “tutto a 100” più vicino, ho comprato una lavagna di 40 × 60 cm e un paio di pennarelli e abbiamo fatto la lezione.

    E anche se per me l’esperienza è stata strana e un po ‘a disagio, perché Ho tenuto la lavagna sulle mie gambe con la mano sinistra e, mentre cercavo di tenerlo incorniciato all’interno dell’immagine della webcam, dovevo dare una spiegazione coerente e semplice sui concetti di disegno tecnico, il ragazzino ha finito per essere deliziato dalla classe. [19659004Daquelgiornoinpoiabbiamodecisodiformalizzarelelezioniedifarleregolarmente

    Sì, ho apportato alcune modifiche in “l’aula” e l’ho messo per insegnare in un modo ragionevolmente comodo, sia per me sia per il mio studente.

    Per fare questo, ho installato una lastra di 90 × 120 cm che ho avvitato a un muro vicino alla finestra, e ho comprato pennarelli di diversi colori, smussatura di ardesia e una bussola di gesso che ho adattato per i marcatori.

    Installazione per esercitazioni di disegno tecnico online

    La nuova “installazione” ha funzionato perfettamente.

    Ogni volta che dovevi dare una lezione, solo Ho dovuto sollevare il portatile su alcune scatole per avere la fotocamera al livello della lavagna e che aveva già montato la classe.

    Da casa, in abiti comodi e senza perdere tempo in viaggio, poteva insegnare agli studenti di tutta la Spagna.

    Già il primo mese ho recuperato più dell’investimento iniziale di 80 euro in materiale.

    E nei mesi successivi, tutto è stato profitto.

    Inoltre, ho annunciato nel blog e nella pagina da Facebook che ha insegnato lezioni online, e grazie al numero elevato di visite che si avvicinavano alla fine dell’anno ho iniziato a ricevere offerte.

    Dal primo studente ho ricevuto i pagamenti tramite bonifico bancario, ma da lì Li ho caricati tramite un pulsante PayPal che si trova sul web. Avrei potuto permettermi di pagare in anticipo e prima che la domanda crescesse mi permettesse di aumentare il prezzo delle lezioni.

    Anche così, stavo ancora ricevendo offerte e gli studenti erano entusiasti delle lezioni, dato che potevano farle comodamente da casa [19659004] Le lezioni private online sono diventate rapidamente la mia principale fonte di reddito

    E ‘stato denaro diretto, proprio quello di cui avevo bisogno in quel momento, e poiché era un’attività che ha portato via solo alcuni pomeriggi , Potrei dedicare ogni mattina e alcuni fine settimana a sviluppare nuove pagine di nicchia.

    In quei primi tre mesi che stavo dando lezioni private ho aperto 3 nuove reti, che a maggio ho ricevuto più di 80 euro e in giugno più di 150

    Visto che avevo più studenti di quanti potessi coprire e che le pagine di nicchia continuavano a crescere, ho deciso di lasciare le pubblicazioni sul blog per concentrarsi al 100% sul n le due aziende che hanno funzionato meglio per me: le classi e i siti web affiliati.

    Anche questa decisione non è stata facile

    Il blog è stato la mia prima scommessa ed era intrinsecamente connesso a me. Avevo lasciato l’anima per più di un anno al lavoro e avevo dato tutto per facilitare la comprensione del disegno tecnico.

    Ma se volevo davvero guadagnarmi da vivere con il business di Internet, dovevo eliminare quei compiti che non mi davano benefici e mi concentro su quelli che lo fanno.

    Durante il resto del 2015 mi sono dedicato a un totale di 5 pagine di nicchia e ad agosto, circa 20 mesi dopo aver iniziato questa avventura, ho finalmente ottenuto quello che stavo cercando: [19659004] Ho superato 1.000 euro in un mese

    Nel settembre 2015 ho raggiunto per la prima volta 1.000 euro in un mese con entrate online

    Ricavi seguiti aumentando fino alla fine dell’anno, e ha avuto un buon picco di crescita durante la campagna natalizia.

    Io, naturalmente, non avevo immaginato una crescita così grande in così poco tempo.

    Ma eccolo lì, e grazie a ciò ho potuto vivere comodamente, lavorare da casa e organizzare il tempo come volevo, facendo ciò che volevo in ogni momento.

    La verità è che era come un sogno: gli affari funzionavano sia che lavorassi o meno.

    Ma una volta raggiunto un sogno, c’è la paura di perderlo.

    E questo è quello che mi è successo.

    Anche se il mio reddito stava crescendo e ho ricevuto i miei pagamenti in modo rigoroso, hanno iniziato a emergere. Domande come “Cosa succede se Google penalizza le mie pagine?” O “Cosa succede se Amazon chiude il suo programma di affiliazione?”, E l’unica soluzione che potevo pensare era di diversificare.

    L’idea era di avere molte fonti di entrate diverso, in modo che se uno di loro non ti soddisfa, ne hai sempre un altro per supportarti.

    Per questo motivo, e anche perché in quel momento le mie pagine di nicchia mi generavano automaticamente entrate senza dover passare un minuto , Ho deciso di provare un nuovo modello di business che non aveva nulla a che fare con l’affiliazione.

    Business n. 6 – Vendita di prodotti fisici online

    Quando ho iniziato nel mondo delle pagine di nicchia ho iniziato ad ascoltare il podcast di Pat Flynn, e In uno degli episodi ho sentito un ragazzo di nome Ryan Moran parlare per la prima volta di un nuovo modello di business di grande successo con il quale, secondo lui, si potevano guadagnare molti soldi in brevissimo tempo.

    Si trattava di vendere prodotti fisici online a attraverso Amazon.

    Quello stesso giorno feci una rapida ricerca su Internet per scoprire ulteriori dettagli sul sistema, e scoprii che uno dei miei riferimenti, Chris Guthrie, parlava anche di lui.

    Sia Chris che Ryan affermarono che Era un modello aziendale super scalabile ed era relativamente facile guadagnare diverse decine di migliaia di dollari al mese (sì, più di $ 20.000 al mese) quindi ho deciso di provarlo Per vedere se tutto ciò che dicevano era vero.

    Nel gennaio 2016 ho acquistato Amasuite, un corso di Chris in cui ho spiegato l’intero processo passo dopo passo e questo mi ha aiutato a capire come funziona il sistema. [19659004] L’idea è di acquistare prodotti con etichetta bianca ( white-label ) da un produttore cinese e venderli su Amazon più costoso con il proprio marchio.

    In breve, quello che dovevo fare era …

    1. Trova in Amazon un prodotto che ha una buona domanda e una bassa concorrenza
    2. Trova un’azienda in grado di produrre lo stesso prodotto che aveva trovato o uno simile a basso costo
    3. Ordina la produzione di diverse centinaia di unità dal produttore [19659007] Invia tali unità ai negozi Amazon
    4. Prepara la pagina di vendita del prodotto, incluse immagini, descrizione e prezzo
    5. Promuovi il prodotto (facoltativo)
    6. Attendi che Amazon venda e invii le unità a fareuna nuova commissione

    Questo, che può sembrare lungo e noioso, in realtà è 😉

    Ma la cosa bella del sistema è che una volta montato è piuttosto passivo.

    Cioè, l’intero processo fino a si arriva a vendere un’unità è complessa e lunga, ma una volta che è in vendita, Amazon si prende cura di tutto grazie al suo sistema FBA (Soddisfatto da Amazon, in Spagna è gestito da Amazon) in cambio di una commissione e devi solo dedicare alcuni minuti al giorno.

    E dal momento che Amazon si occupa di tutto, ti costa lo stesso sforzo di vendere 1 unità per vendere 50 in un giorno.

    Ciò lo rende molto scalabile.

    Come è successo a me con questo modello?

    Beh, ho iniziato a gennaio 2016 con tutte le ricerche.

    Mi ci è voluto circa un mese per decidere il prodotto, quindi a metà febbraio ho iniziato a cercare il produttore.

    Per fare questo, sono andato alla pagina che mi era stata raccomandata nel Ovviamente, Alibaba, dal momento che è facile trovare produttori a basso costo. Ho ottenuto 4 aziende asiatiche per inviarmi un prodotto campione ciascuna, così ho potuto verificare la qualità del prodotto, il sistema di confezionamento, ecc.

    Da uno di questi ho chiesto un secondo campione e alla fine mi è stato lasciato questo [19659004] Il processo di scelta del produttore mi ha richiesto anche un mese intero.

    Fortunatamente, le mie pagine di nicchia continuavano a lavorare e dare soldi senza dover passare il tempo.

    Il 14 marzo, ho fatto un ordine di 500 unità e ho pagato il 50% del totale. L’altro 50% l’ho pagato dieci giorni dopo, una volta che l’ordine era finito e i prodotti erano pronti per essere spediti negli Stati Uniti.

    Pagamenti al produttore di prodotti in Cina per vendere online

    Il trasporto dalle strutture del produttore cinese ai negozi Amazon sarebbe stato un incubo se non fosse stato per le società spedizionieri che si occupano di tutto il necessario per trasportare merce dal luogo di origine al luogo di destinazione (trasporti, permessi, dogana …) in cambio di una commissione

    Mi sono fidato di un’azienda che aveva buone referenze su Facebook e ho fatto l’ordine l’ultima settimana di marzo, e la verità è che valeva ogni euro investito.

    Dopo la produzione e noleggiato il trasporto, la quantità di lavoro da parte mia fu notevolmente ridotta.

    Mentre quei primi 2 Nel giro di mesi e mezzo, il carico di lavoro era stato troppo alto per trovare il prodotto, il produttore e il trasportatore, ora era praticamente tutto finito. Lo único que me faltaba era configurar la página de ventas del producto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *